Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies

Esercizi per i consulenti finanziari

Un investitore è in salute non solo quando ha un buon reddito, ma anche se sta bene psicologicamente. Ecco come trovare il giusto equilibrio.

Sara Silano 25/05/2017 | 08:55

Stabilità economica e benessere psicologico sono i due fattori fondamentali per godere di una buona salute finanziaria. A rivelarlo è uno studio realizzato da Morningstar negli Stati Uniti, basato su incontri di gruppo con i consulenti finanziari per conoscere i diversi tipi di “malessere” dei loro clienti. I risultati sono simili a quelli che probabilmente si otterrebbero in Italia. Ci sono persone che temono di non avere sufficienti risorse, anche se il conto in banca rivela l’opposto, altre che hanno paura di fare una scelta sbagliata, per cui non prendono decisioni sul loro patrimonio; altre ancora che spendono senza freni, compromettendo il loro futuro.

Il benessere finanziario

Il benessere finanziario

Stabilità economica ed emotiva
Morningstar ha quindi elaborato un semplice modello che coniuga entrambi gli aspetti. “In base ad esso, una persona che non è in uno stato di stabilità economica ed emotiva non sta bene finanziariamente”, spiega Sarah Newcomb, behavior economist di Morningstar. “Sono due le componenti psicologiche sottostanti: la percezione del tempo e la fiducia nelle proprie capacità di determinare il proprio destino”.

Il fattore tempo
Un’indagine sulle famiglie americane mostra che la percezione del tempo influenza le scelte finanziarie più del reddito, dell’età, della formazione o del genere. Chi crede nel futuro, tende a risparmiare di più. E’ vero che senza avere delle entrate non si può fare nulla, tuttavia indipendentemente da quanto si guadagna, chi ha un orizzonte mentale esteso è più propenso a trovare delle vie per mettere da parte qualcosa. Inoltre, tende ad essere più disciplinato nelle spese e a indebitarsi poco.

Tasso di risparmio medio e orizzonte temporale

tasso di risparmio medio e orizzonte temporale

Non è facile avere un orizzonte temporale di lungo periodo. “La nostra mente tende a dare più importanza ai bisogni immediati”, dice Newcomb. “La maggior parte delle persone, quindi, non riesce a pensare sufficientemente a lungo per garantirsi un’adeguata pensione. La buona notizia è che possiamo allenarci per farlo. Un metodo efficace è quello di visualizzare il proprio futuro, ad esempio con immagini, strumenti che mostrano il progredire dell’età o semplicemente provando a descrivere una giornata quotidiana fra cinque o dieci anni”.

Lo stress
Secondo alcuni studi, il denaro è la principale fonte di stress per le persone, indipendentemente dal ciclo economico. Questo può determinare problemi di salute, perdita di produttività, deterioramento delle relazioni personali e quindi diminuzione della qualità della vita. L’indagine Morningstar mostra che chi si sente protagonista nella gestione delle proprie finanze è più felice, soddisfatto e orgoglioso dei risultati che ottiene dalle sue scelte di investimento. La potenza di questo fattore, definito empowerment, è superiore a quello del reddito nel definire il benessere finanziario di un individuo. In altre parole, chi pensa di non avere alcun potere decisionale sui propri soldi, ha più probabilità di essere insoddisfatto anche se guadagna molto. La percezione delle proprie capacità, prima ancora del fatto di possederle, fa la differenza.

Essere protagonisti delle proprie finanze è fonte di benessere

Benessere emotivo per reddito e fiducia

Gli esercizi di allenamento
Quale lezione possono trarre gli investitori e i consulenti finanziari? Innanzitutto, il benessere finanziario non dipende solo da quanto è il proprio reddito. Al contrario, due aspetti psicologici hanno grande importanza: la percezione del tempo e la fiducia nelle proprie capacità. Su entrambi, si può lavorare per migliorarli. Da questo punto di vista, i consulenti possono aiutare i loro clienti ad assumere un orizzonte mentale più esteso e farli sentire coinvolti e protagonisti delle proprie decisioni di investimento.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia