Roche, vendite nove mesi in calo per crollo domanda di test Covid

Il titolo è in forte ribasso sulla Borsa di Zurigo, dopo la comunicazione dei risultati del periodo gennaio-settembre.

Alliance News 19/10/2023 | 14:51
Facebook Twitter LinkedIn

laboratorio di analisi farmaceutiche

Giovedì 19 ottobre, Roche Holding AG ha dichiarato di essere in grado di compensare la relativa mancanza di domanda di prodotti Covid-19 di quest'anno, ma le vendite da gennaio a settembre sono comunque complessivamente diminuite.

L'azienda farmaceutica con sede a Basilea, in Svizzera, ha dichiarato che le vendite per i primi nove mesi del 2023 sono diminuite del 6,3% a CHF44,05 miliardi rispetto a CHF47,04 miliardi dell'anno precedente. Roche ha tuttavia osservato che ciò rappresenta un aumento dell'1% a tassi di cambio costanti.

I ricavi della divisione farmaceutica sono aumentati del 9% da CHF33,19 miliardi a CHF33,62 miliardi, "spinti dalla domanda costantemente elevata di farmaci più nuovi" per malattie gravi. I "cinque principali fattori di crescita" di Roche, tra cui il trattamento per la sclerosi multipla Ocrevus e il trattamento per l'emofilia Hemlibra, hanno generato un fatturato totale di CHF11,2 miliardi.

Nel settore Diagnostica, invece, il fatturato è sceso del 18% da CHF13,85 miliardi a CHF10,43 miliardi. Roche ha affermato che ciò riflette l'aumento della domanda di test Covid-19 registrato l'anno precedente.

"Abbiamo ottenuto buoni risultati nei primi nove mesi del 2023, più che compensando il previsto calo della domanda di prodotti COVID-19", ha affermato l'amministratore delegato Thomas Schinecker. "Inoltre, abbiamo compiuto progressi significativi nella nostra pipeline di prodotti con numerosi studi clinici positivi." Tra questi, l'annuncio di Roche di mercoledì che il suo trattamento per il cancro al polmone Alecensa ha dimostrato di ridurre il rischio di morte di alcuni pazienti del 76% in uno studio clinico di fase tre.

Guardando al futuro, per il 2023 nel complesso Roche prevede un calo dei ricavi contenuto a una cifra a tassi di cambio costanti, a causa di un "forte calo" di circa CHF4,5 miliardi nelle vendite di prodotti Covid-19. Tuttavia, Roche ha anche affermato che prevede di aumentare ulteriormente il dividendo in franchi, avendo pagato CHF9,50 per azione per il 2022.

Alle 14.45 il titolo perde circa il 4,5% (Ndr).

Di Emma Curzon, Alliance News reporter, e tradotto da Chiara Bruschi


Copyright 2023 Alliance News IS Italian Service Ltd. Tutti i diritti riservati.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Roche Holding AG254,80 CHF1,07Rating

Info autore

Alliance News  fornisce a Morningstar notizie aggiornate sui mercati finanziari e l'economia.

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures