Olsen (M&G): come allineare una strategia attiva all’Accordo di Parigi

Focus sul processo di decarbonizzazione delle aziende in portafoglio e azionariato attivo sono le principali differenze rispetto a un approccio passivo.

Sara Silano 09/10/2023 | 09:31
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

Sara Silano: Benvenuti su Morningstar. I fondi climatici comprendono una serie di approcci che mirano a soddisfare le diverse esigenze e preferenze degli investitori. Oggi è qui con me John William Olsen, gestore dell’M&G (Lux) Global Sustain Paris Aligned Fund, con una lunga esperienza nel campo della sostenibilità, per parlare di come allineare un investimento all'Accordo di Parigi sul clima. John, ci sono diversi modi per allineare un investimento all'Accordo di Parigi. Qual è il tuo preferito?

John William Olsen: Abbiamo deciso di allineare all’Accordo di Parigi un paio di fondi già nel 2021. Siamo stati tra i primi sul mercato e abbiamo cercato di farlo partendo dai principi fondamentali. Ci siamo seduti a tavolino e abbiamo cercato di capire come impostare un fondo in modo che si allineasse ai valori dell'Accordo di Parigi, non solo a una serie di numeri. Ma come hai detto, ci sono diverse opzioni a disposizione. Credo che la più diffusa sia quella di fare riferimento a un indice Paris-aligned o di investire in un ETF che replica tale indice. Ovviamente, noi siamo gestori attivi. Gestiamo fondi molto concentrati, ma anche molto attivi sul fronte della sostenibilità. E credo che questa sia la nostra versione preferita.

Silano: Potresti fare qualche esempio del vostro approccio focalizzato sulle aziende?

Olsen: Certo. La differenza tra ciò che facciamo noi e ciò che viene fatto in un ETF allineato all’Accordo di Parigi è che non ci limitiamo ad allineare le emissioni del fondo in modo che diminuiscano nel tempo, ma cerchiamo di assicurarci che le società in cui investiamo siano allineate. Quindi, le società contribuiscono a un futuro a zero emissioni decarbonizzandosi e/o facendo parte della soluzione. Un esempio di azienda che potrebbe essere presente nel nostro fondo globale è Ball Corp (BALL), impresa che produce lattine di alluminio per bevande, quasi la metà del totale prodotto in tutto il mondo. Si tratta di una forma di imballaggio molto sostenibile, che comincia a diffondersi anche per l’acqua, il vino e in altri settori. Il motivo è che emette meno CO2 di una bottiglia di plastica o di vetro equivalente, in parte perché l'azienda si è decarbonizzata e utilizza sempre più alluminio riciclato nella produzione. Questo è diventato un punto di forza per l'azienda. Quindi, l’azienda contribuisce alla decarbonizzazione sia attraverso i prodotti sia i processi, utilizzando un approccio basato sulla scienza.

Silano: Praticate l’azionariato attivo (engagement) con le aziende? Se sì, come?

Olsen: Sì, questa è probabilmente la principale differenza tra la gestione di un fondo attivo Paris-aligned e quella di un fondo passivo. Si tratta di un impegno molto attivo. Abbiamo un programma di coinvolgimento in cui ci impegniamo costantemente con tutte le società che abbiamo nel fondo in diverse fasi del loro sviluppo. Alcune aziende stanno ancora lavorando per impostare la disclosure delle loro emissioni, cosa che può essere piuttosto complicata per alcune società. Possiamo aiutarle e guidarle in tal senso. Una volta fatto questo, vogliamo che mettano in atto alcuni obiettivi in modo da poterli misurare e monitorare. Vogliamo che abbiano una strategia per raggiungere tali obiettivi. Preferiamo che tali obiettivi siano collegati a qualche forma di incentivazione del team manageriale. E infine, nel corso del tempo, possiamo monitorare queste aziende per vedere se stanno raggiungendo o meno i loro obiettivi. In genere, rimaniamo in azienda per un periodo molto lungo. Il nostro orizzonte di investimento è di 10 anni. Quindi, siamo presenti durante la transizione e possiamo supportare e anche spingere, a volte, le aziende verso obiettivi migliori e verso la decarbonizzazione.

Silano: Grazie John per essere stato qui oggi. Per Morningstar, sono Sara Silano.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Ball Corp63,81 USD-0,33Rating
M&G (Lux) Glbl SustainParisAlgndEURAAcc48,76 EUR-0,14Rating

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures