Gli yacht quotati sotto i riflettori nel mese dei saloni di Cannes, Genova e Montecarlo

I big del settore quotati a Piazza Affari come Ferretti, Sanlorenzo, The Italian Sea Group saranno protagonisti nei principali saloni della nautica di lusso in agenda a settembre.

Fabrizio Guidoni 12/09/2023 | 14:51
Facebook Twitter LinkedIn

piazza affari

Nel mese di settembre i titoli della nautica di lusso quotati tornano prepotentemente sotto i riflettori del mercato. Il motivo è un calendario fitto di importanti eventi commerciali e di marketing, che partono dal Salone nautico di Cannes (dal 12 al 17 settembre), passano dal Salone nautico di Genova (dal 21 al 26 settembre) e finiscono a Montecarlo col Monaco Yacht Show (dal 27 al 30 settembre).

Il salone di Genova

L’attenzione del mercato italiano sarà massima per il Salone Nautico di Genova che si apre il 21 settembre per chiudersi il 26 mettendo in vetrina oltre 1000 imbarcazioni e le più importanti novità del settore. “Il comparto dell’industria nautica italiana – ha commentato in occasione della presentazione Stefano Pagani Isnardi, Direttore Ufficio Studi e Progetti Confindustria Nautica – è un settore in piena salute che ha chiuso il 2022 come un anno record. Fra i fattori determinanti che hanno alimentato questa crescita, l’exploit dell’export della produzione cantieristica, che traguarda i 3,4 miliardi di euro. Quella dell’industria nautica è una filiera complessa e articolata che registra i più alti coefficienti di attivazione e conta quasi 19.000 unità locali di produzione, per un valore aggiunto di oltre 11 miliardi di euro e più di 187.700 occupati.”

Ferretti, “Un anno superbo”

Ad aggiornare negli ultimi giorni l'andamento dei conti di Ferretti, è stato il CEO Alberto Galassi. In una sua intervista ha raccontato che il 2023 sarà un anno superbo e che il 2024 è atteso essere un buon anno su cui già oggi c’è un’alta copertura di ordini su tutti i marchi. Ma non si è limitato a questo. Ha aggiunto che a luglio il gruppo ha venduto un Super yacht in Israele e tre Riva in Europa con consegna 2024-2025. Le vendite stanno continuando anche negli Stati Uniti, indicazione positiva tenuto conto che il continente americano pesava per il 36% del fatturato nel 2022. In questo Paese, nonostante il contesto macro, Ferretti non ha preoccupazioni grazie al posizionamento nell’alto di gamma. Buoni segnali sono arrivati dall’area Asia Pacific, a cui è riconducibile il 9% del fatturato 2022, che si sta riprendendo nel post Covid e dal Golfo Persico che continua ad andare molto bene.

Gli analisti di Equita, che su Ferretti hanno una visione “positiva” con target price a 4 euro, commentano queste indicazioni come "supportive e coerenti con le nostre stime di evoluzione del business di Ferretti”.

 

 

La forza dei conti Tisg

La recente pubblicazione dei conti semestrali, accompagnata a caldo da un impulso rialzista in Borsa Italiana, lancia The Italian Sea Group (Tisg), società della nautica di lusso a livello mondiale con i brand Picchiotti, Admiral, Perini Navi, Tecnomar, NCA Refit e Celi 1920, tra le società italiane più attese alle vetrine dei saloni nautici internazionali di settembre. I numeri sui primi sei mesi del 2023 mostrano un utile netto di 13,6 milioni di euro, in crescita del 78% rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente. In aumento anche i ricavi, che con un incremento del 24% su base annua raggiungono i 165,9 milioni. In parallelo l’Ebitda ha toccato la soglia dei 27,2 mln, archiviando un aumento del +37%. Il valore complessivo del portafoglio ordini al 30 giugno ammonta a 1,24 miliardi di euro. Tisg ha anche comunicato che sono in produzione 35 commesse, di cui 22 mega e giga yacht e 13 Tecnomar for Lamborghini 63, con consegne programmate sino al 2027.

Considerati i risultati raggiunti, The Italian Sea Group ha potuto confermare ampiamente la guidance 2023 posizionandosi nella parte più alta del range dei valori, e in parallelo l’outlook strategico 2024 che ha come obiettivi ricavi compresi tra 400 e 420 mln e un Ebitda margin tra il 17 e il 17,5%.

Ma la società non si accontenta di aver raggiunto questi risultati incoraggianti. Ha infatti fatto investimenti nel corso dei primi sei mesi del 2023 per 6,1 mln, riconducibili alla chiusura dei piani di investimento Tisg 4.0 e Tisg 4.1, agli investimenti nel cantiere di La Spezia, all’ampliamento degli uffici commerciali nell’headquarter di Marina di Carrara, e agli interventi nelle strutture della falegnameria Celi.

Sanlorenzo, i forti conti del semestre esaltano la guidance 2023

La fotografia dell’ottimo stato di salute di Sanlorenzo è stata scattata direttamente da Massimo Perotti, presidente e ceo di Sanlorenzo, che ha presentato i risultati dei primi sei mesi del 2023. “Sono particolarmente orgoglioso di presentare risultati eccellenti, raggiunti grazie all’impegno e alla passione di tutti i team che compongono la Sanlorenzo. (…) Rivediamo al rialzo la guidance sui risultati previsti per l’anno in corso, forti di un primo semestre di grande soddisfazione e di un portafoglio ordini massiccio, al 30 giugno superiore a 1,4 miliardi di euro, ma soprattutto di elevata qualità perché garantito da contratti sottoscritti con clienti finali per il 90%". Il CEO ha poi tenuto ad aggiungere: "Tale performance è il risultato del nostro modello di business che ha dato prova di assoluta affidabilità negli anni e che ci rassicura per quelli a venire, nel percorso che ci vedrà pionieri del settore verso la carbon neutrality, priorità centrale nella nostra rotta al 2030". Ha poi voluto sottolineare: "con questa visione di lungo termine, coniughiamo lo sviluppo di nuove linee di prodotto, altamente innovative, che andranno a creare nuovi segmenti di mercato, con la massima espressione dell'artigianalità'' e del design Made in Italy, elementi fortemente distintivi del nostro brand. Così come è “distintiva e vincente la nostra strategia di distribuzione diretta nei mercati chiave, in aderenza della quale sono state attivate le sedi di Monaco e della Costa Azzurra, in location coerenti con il posizionamento della Maison Sanlorenzo".

In sostanza, Sanlorenzo ha chiuso il primo semestre con un risultato netto di gruppo a 39 milioni di euro, in aumento del 20,3% rispetto a 32,5 milioni del primo semestre 2022. I ricavi netti dalla vendita di nuovi yacht si sono attestati a 388,4 milioni di euro, +12,6% rispetto a 344,9 milioni di euro nel primo semestre del 2022, guidati dall’eccellente performance delle Divisioni Superyacht e Bluegame e con un andamento della Divisione Yacht in linea con gli obiettivi previsti per l'intero esercizio corrente. Il gruppo ha rivisto al rialzo la guidance 2023, citando un solido backlog di elevata qualità con consegne fino al 2027, un business outlook molto promettente e un'efficace strategia di mercato.

I numeri semestrali sono stati giudicai “solidi” dagli analisti di Intesa Sanpaolo che hanno una raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 51,5 euro su Sanlorenzo. I conti del secondo trimestre hanno superato le attese degli analisti del 3,1% sui ricavi e del 3% sull’Ebitda adjusted. Inoltre, "la revisione al rialzo della guidance" per gli esperti è stata "una sorpresa positiva".

 

 

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Italian Sea Group9,36 EUR-0,64
Sanlorenzo SpA Ordinary Shares40,75 EUR-1,57

Info autore

Fabrizio Guidoni  collabora con Morningstar come data journalist. Ha una lunga esperienza sul mercato azionario italiano e sulla finanza sostenibile.

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures