3 titoli italiani con un alto rischio ESG

Abbiamo applicato l’indicatore ESG risk rating di Morningstar Sustainalytics all’indice azionario di Piazza Affari. Nessuna azienda ha un rischio severo, ma per alcune è alto.

Sara Silano 20/06/2023 | 09:33
Facebook Twitter LinkedIn

Simboli ESG

In base alla metodologia di Morningstar Sustainalytics, il rischio ESG per un’impresa può essere definito come il rischio ESG non gestito, ossia quello inerente alla sua attività (ad esempio, le compagnie aeree non possono azzerare le emissioni con le attuali tecnologie) e il cosiddetto management gap (il rischio gestibile, ma per il quale i vertici aziendali non hanno ancora preso adeguate misure).

Viene espresso in una scala che va da “trascurabile” a “severo” e viene rappresentato da Morningstar con i globi da uno (rischio severo) a cinque (rischio trascurabile).

Abbiamo applicato questo indicatore ai titoli che compongono l’indice Morningstar Italy, rappresentativo del 97% della capitalizzazione di Piazza Affari, e abbiamo individuato tre titoli su un totale di 84 che hanno un alto ESG risk rating, tra quelli il cui giudizio è stato aggiornato almeno a dicembre 2022. Si tratta di Technoprobe, Tamburi Investment Partners e Buzzi (elencati dal più rischioso al meno). Nessuna azienda, al momento, ha un rischio severo (un globo).

Vediamo le principali ragioni dei loro bassi punteggi relativi ai rischi di sostenibilità.

Technoprobe (TPRO)

La società opera nel settore dei semiconduttori e della microelettronica e ha un Sustainalytics ESG risk rating di 35,5 punti, che corrisponde a un rischio “alto” (due globi). “L’azienda ha in essere qualche iniziativa per gestire i rischi ambientali, sociali e di governance, ma è carente di politiche e programmi nelle aree chiave”, si legge nel report di Morningstar Sustainalytics del 13 aprile 2023. “La disclosure sui temi della sostenibilità è poca, il che indica una inadeguata responsabilità verso gli investitori e il pubblico. L’impresa, però, non risulta coinvolta in gravi controversie”.

Tamburi Investment Partners (TIP)

La società, attiva nell’investment e merchant banking, ha un ESG risk rating di 34,4 punti (rischio alto). Anche in questo caso, gli analisti di Morningstar Sustainalytics affermano che l’mpresa non risulta coinvolta in significative controversie, tuttavia la disclosure sulle tematiche di sostenibilità è “scarsa” e mancano iniziative in aree chiave della gestione dei rischi ambientali, sociali e di governance, come ad esempio i programmi di cybersicurezza e la product governance (report aggiornato al 21 dicembre 2022).

Buzzi (BZU)

Il gruppo cementifero ha uno score di rischio ESG pari a 30,8 punti. “L'impronta di carbonio dell'azienda è influenzata dalla natura delle sue operazioni e dalla fonte di energia utilizzata per alimentarle”, si legge nella nota di Morningstar Sustainalytics del 10 giugno 2023. "Normative sul carbonio sempre più rigorose e requisiti di efficienza energetica potrebbero portare a prezzi dell'energia più elevati e maggiori costi associati per l'azienda. Vi è una crescente domanda da parte dei clienti di prodotti e servizi più responsabili dal punto di vista ambientale o sociale. Le aziende che si adattano a questa tendenza hanno l'opportunità di migliorare la propria immagine e di differenziarsi sul mercato, mentre le altre corrono il rischio di perdere clienti rispetto ai concorrenti”. Gli analisti ammettono che l’azienda segue le migliori pratiche nella rendicontazione ESG. Inoltre, un comitato sovrintende alle questioni ambientali, sociali e di governance, ma sulla sua attività le informazioni non sono sufficienti a valutarne il grado di autorità.

Per la metodologia Morningstar Sustainalytics di ESG risk rating, clicca qui.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Buzzi Spa34,26 EUR-1,32
Tamburi Investment Partners SpA9,41 EUR-1,67
Technoprobe SpA8,27 EUR-1,61

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures