Si avvisano gli utenti che al momento stiamo riscontrando dei problemi nella fase di registrazione ai servizi Premium e che è in corso la manutenzione ordinaria della sezione Portfolio. I due servizi torneranno operativi il prima possibile. Grazie per la pazienza.

Borse europee, dove investire dopo il balzo di novembre?

Le azioni growth hanno sovraperformato il benchmark, ma le occasioni migliori sono nel segmento value e nei settori finanza, telecom e immobiliare.  

Fernando Luque 06/12/2022 | 12:32
Facebook Twitter LinkedIn

europa

Novembre è stato un mese positivo per i mercati europei. L'indice Morningstar Europe NR ha guadagnato il 6,9% (in euro), ma i segmenti large value e large growth hanno registrato risultati ben superiori al benchmark guadagnando rispettivamente il 7,9% e il 10,7%.

All'interno dello stile large growth, la performance migliore è stata realizzata dal titolo Prosus NV, le cui quotazioni sono salite del 41,9%. Prosus, tra i principali investitori al mondo in società tecnologiche, ha beneficiato in Borsa del rilancio delle Internet company cinesi.

Tuttavia, Prosus non è stata l'unica società large growth a registrare buoni risultati a novembre. Anche le società francesi del settore del lusso LVMH Moet Hennessy Louis Vuitton SE e Hermès International SA hanno guadagnato rispettivamente il 15,4% e il 17,7%.

 

Figura 1: Il Barometro del mercato europeo

Barometro Estilos Mercado Europeo

Se analizziamo la tabella delle performance dei diversi settori in Europa, molti di loro sono saliti di oltre il 10% il mese scorso. È il caso del comparto delle telecomunicazioni (+13,4%), di quello dei beni di consumo ciclici (+12,5), delle materie prime (+11,2%) e del tecnologico (+10,2%).

Uno dei comparti che è rimasto maggiormente indietro è stato quello dell’healthcare, che il mese scorso è salito solo del 3,7%, ben al di sotto della media del mercato. Roche Holding AG, ad esempio, ha perso il 6,7% in euro, Sanofi SA l'1% e GSK PLC l'1,3%. 

I settori difensivi hanno performato mediamente peggio rispetto al benchmark. Oltre ai titoli dell’healthcare, anche le azioni dei consumi difensivi e delle utility non sono riuscite ad andare oltre il 6,7%.

 

Figura 2: Rendimenti per settore Barometro Sectores Mercado Europeo

Per quanto riguarda le valutazioni, abbiamo assistito a un loro aumento significativo nel segmento large growth, il cui rapporto Prezzo/Fair value è salito da 0,98 di ottobre all’attuale 1,07.

Le migliori opportunità di investimento sono ancora tra le azioni value. Il segmento large value, ad esempio, è scambiato con un tasso di sconto vicino al 20% (a fine ottobre era del 25%).

 

Figura 3: Le valutazioni di mercatoBarometro Valoraciones Mercado Europeo

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
GSK PLC1.485,60 GBP0,00Rating
Hermes International SA1.714,00 EUR0,00Rating
LVMH Moet Hennessy Louis Vuitton SE807,40 EUR0,00Rating
Prosus NV ADR14,80 EUR0,00
Roche Holding AG284,50 CHF0,00Rating
Sanofi SA87,29 EUR0,00Rating

Info autore

Fernando Luque

Fernando Luque  es el Senior Financial Editor de www.morningstar.es