Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Tre titoli per investire nei viaggi

Accor, dicono gli analisti di Morningstar, nei prossimi anni crescerà di più rispetto ai concorrenti. EasyJet prenderà quote di mercato dei vettori tradizionali. Sabre manterrà la sua posizione di leadership.

Marco Caprotti 22/03/2022 | 12:40
Facebook Twitter LinkedIn

idee

Accor
Russia e Ucraina rappresentano circa l’1% dell’attività del gruppo alberghiero Accor. “Prevediamo un rimbalzo dei viaggi europei nel 2022-23, alimentati dall'aumento dei tassi di vaccinazione della regione e da un forte desiderio di tornare a viaggiare. E questo nonostante l’invasione russa dell’Ucraina”, dice Dan Wasiolek, analista azionario di Morningstar in un report del 2 marzo 2022 (rating: 4 stelle. Fair value: 38 euro). “Vediamo Accor ben posizionata per beneficiare di una tale ripresa. Nella fase prepandemica (dal 2017 al 2019) ha superato i concorrenti per quanto riguarda il tasso di occupazione delle sue camere”.

Secondo l’analista questo indicatore (utilizzato per calcolare la redditività degli hotel) per Accor registrerà un progresso del 3% l’anno nei prossimi 10 anni rispetto al +1% che faranno vedere, mediamente, le altre società del settore in Europa. “Inoltre, le recenti vendite di asset hanno contribuito a fornire alla società una liquidità sufficiente per poter operare nel 2023 anche se la domanda fosse vicina allo zero (uno scenario che riteniamo improbabile), senza aver bisogno di chiedere finanziamenti”, dice l’analista.

Easyjet
“Crediamo che il programma di ristrutturazione dei costi del vettore potrebbe guidare la crescita dell'utile lordo del 9% all'anno nei prossimi cinque anni per tornare ai livelli pre-pandemia”, dice Joachim Kotze, Equity Analyst Morningstar in una nota del 9 marzo (rating 4 stelle. Fair value: 915 GBX).

Il gruppo mira a ridurre il proprio organico del 30% e a trattare con i sindacati per ottenere contratti più flessibili, per arrivare a gestire i costi in base alla stagionalità dei viaggi. “Il vettore è ben posizionato, in termini di connessioni e di tariffe, per sfruttare la ripresa dei viaggi che si sta registrando con il rallentare della pandemia”, dice l’analista. Prevediamo una crescita dei passeggeri del 4% all'anno nei prossimi cinque anni dai livelli pre-Covid. Questo implica che la compagnia aerea sarà in grado di prendere quote di mercato ai vettori tradizionali. Il gruppo dispone di liquidità adeguata per affrontare una eventuale recessione, anche grazie a un recente aumento di capitale da 1,2 miliardi di sterline”.

Sabre
Sabre è leader mondiale nella fornitura di servizi di prenotazione per le compagnie aeree e le agenzie di viaggio. “La piattaforma per soluzioni di viaggio riuscirà a mantenere la sua posizione di leadership nei prossimi anni, grazie anche alla sua forza nel fornire soluzioni tecnologiche a supporto dei vettori e delle agenzie viaggio”, dice Wasiolek in un report del 23 febbraio (Rating: 4 stelle. Fair value: 15 dollari). “Non ci aspettiamo che il fatturato torni ai livelli del 2019 almeno fino al 2025. La nostra previsione parte dal presupposto che gli spostamenti aerei sia business che leisure a livello globale torneranno ai livelli prepandemia a partire dal 2023. Per quanto riguarda quest’anno prevediamo che il giro d’affari sarà grosso modo pari al 50% rispetto a quello del 2019, mentre nel 2023 sarà circa del 70%”.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.