Mattarella-Draghi ok, ora testa al PNRR: meno sussidi, più investimenti

Nonostante la fragilità dell’esecutivo, Francesco Mantica (Edmond de Rothschild) non vede elezioni anticipate. Il Mattarella-bis tranquillizza i mercati, ma il rischio di malagestione dei fondi europei rimane. Lato crescita, però, il momento è positivo.

Valerio Baselli 02/02/2022 | 09:22
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

Più o meno come successe nel 2013 con Giorgio Napolitano, Sergio Mattarella è stato spinto, per non dire costretto, dal Parlamento a restare al Quirinale altri sette anni. A prima vista questa soluzione, che mantiene lo status quo con Draghi Presidente del consiglio, potrebbe essere la più rassicurante per i mercati. Eppure la stampa estera in diversi casi ha commentato in maniera molto dura. “Teatro dell’assurdo” per lo Spiegel, “Italia paese ingovernabile” per El Mundo, “classe politica egoista” per il FT. L’Italia come ne esce da un punto di vista di credibilità e stabilità istituzionale, oltre che di affidabilità dal punto di vista dei mercati?

Per alcuni la figura di Mario Draghi esce rafforzata dal Mattarella-bis, è però innegabile che gli equilibri interni alla maggioranza rimangano fragili. Mancano 14 mesi alla fine della legislatura, ci sono tante riforme sul tavolo, c’è la possibilità di elezioni anticipate?

Mario Draghi è diventato Presidente del consiglio un anno fa, è stato chiamato per due ragioni principali: affrontare la crisi sanitaria e soprattutto preparare il Paese a gestire i finanziamenti del Recovery Plan attraverso il PNRR. Dal punto di vista di un investitore, quali sono le principali opportunità offerte dal PNRR? E quali invece i potenziali rischi?

Ne abbiamo parlato con Francesco Mantica, responsabile investimenti di Edmond de Rothschild in Italia.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.