Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Chi ha riempito le casse degli investitori che cercano dividendi?

Ecco i dieci titoli del portafoglio Dividend Select di Morningstar che nel 2021 hanno registrato le performance di Borsa più elevate.

Francesco Lavecchia 01/02/2022 | 11:40
Facebook Twitter LinkedIn

dividend yiel

Energia, utility e finanza sono i settori che hanno spinto la performance del portafoglio Dividend Select di Morningstar a +25,1% nel 2021 (in dollari), anche se non hanno fatto tutto da soli. La strategia, che investe sull’equity Usa e che ha l’obiettivo di ottenere un rendimento annualizzato dell'8%–10% nel corso di un ciclo di mercato (su cui il ritorno da dividendo pesa per circa la metà), ha beneficiato della buona intonazione dei comparti energia e finanza, che nel 2021 sono stati tra quelli che hanno registrato le performance migliori sul mercato azionario americano, e dal buon picking fatto tra le utility, che invece lo scorso anno hanno chiuso a +17,2%, in penultima posizione davanti solo al comparto telecom. Ma quali sono i titoli da cedola che hanno guadagnato di più nell’anno solare?

 

Figura 1: Il contributo dei settori alla performance del portafoglio Dividend Select
settori

 

Quali sono i titoli che hanno contribuito al risultato del portafoglio?
In cima alla lista, a sorpresa, non ci sono titoli energetici, finanziari o utility, ma un farmaceutico: Pfizer. Le azioni del gruppo statunitense hanno guadagnato oltre il 60% nel 2021 anche grazie al ripristino della cedola al tasso precedente rispetto al tagliato del 2020 e a un dividendo straordinario che hanno fatto lievitare la componente income a quasi 1300 dollari. Il titolo è scambiato al momento con un premio di circa il 13% ed è valutato con un Morningstar rating di 2 stelle (report aggiornato al 6 gennaio 2022).

Lamar Advertising ha dato il secondo maggiore contributo alla performance del portafoglio Dividend Select con un +45,8%. La società attiva nel comparto real estate non è però coperta dall’analisi di Morningstar. In terza posizione troviamo la banca Wells Fargo che dopo il pesante passivo accumulato nel 2020 (-41,6%), che aveva penalizzato pesantemente la performance del portafoglio, ha registrato una forte inversione di tendenza salendo a +59%. La medaglia di legno va a UPS, il titolo migliore tra le holding del portafoglio Dividend Select nel 2020 e che lo scorso anno è riuscito a confermarsi al top registrando un total return del 27,3%. Dopo queste performance brillanti il titolo è scambiato a un rapporto Prezzo/Fair value di 1,14 ed è valutato con un Morningstar rating di due stelle (report aggiornato al 29 ottobre 2021).

Enbridge ed Exxon Mobil, rispettivamente in quinta e settima posizione in questa speciale Top 10, sono i titoli energetici che hanno pesato maggiormente sul risultato della strategia. Il primo ha guadagnato il 22,2% ma è stato anche uno di quelli che ha contribuito maggiormente per la componente income del portafoglio grazie a uno yield del 6,41%, il secondo ha visto aumentare la sua capitalizzazione di mercato di quasi il 50%. Al momento entrambe le stock sono scambiate a prezzi che sono in linea con il fair value stimato dagli analisti, come la media delle azioni del comparto energia. FirstEnergy, in sesta posizione con un +35,9%, è invece il primo titolo del settore utility, anch’esso valutato con un rating di 3 stelle.

I titoli ancora a sconto
Le azioni scambiate ancora a prezzi vantaggiosi sono invece agli ultimi tre posti della Top 10: Genuine Parts, che è salito di quasi il 40% lo scorso anno, è scontato di circa il 5% rispetto al fair value, BlackRock (+27%) è scambiato a un rapporto Prezzo/Fair value di 0,84, ed Edison International, che chiude la classifica con un +20,6%, è valuta con un Morningstar rating di 4 stelle.

 

Figura 2: I 10 titoli che hanno pesato di più sulla performance del Dividend Select
top 10

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Azioni Analisi e Strategie

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia