Le quotazioni del barile sono destinate a scendere

Per Maurizio Mazziero nel 2022 il petrolio Wti si stabilizzerà tra i 70 e gli 80$, mentre sul gas si sta giocando in Europa una partita geopolitica. La transizione energetica prenderà molto tempo e alle valutazioni attuali le aziende attive nelle energie rinnovabili sono meno interessanti.

Valerio Baselli 24/01/2022 | 09:28
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

Le commodity energetiche hanno occupato gran parte dell’attualità degli ultimi mesi (black out in Libano, rivolte in Kazakistan) e sui mercati finanziari hanno giocato un ruolo da protagoniste nel 2021 (gli ETC sul crude oil hanno chiuso l’anno con quasi l’80% di rendimento) Rimanendo nel campo dell’energia, quale potrebbe essere l’evoluzione più probabile nel 2022?

Complice la transizione energetica, le grandi aziende del settore del greggio, soprattutto quelle europee, stanno diminuendo gli investimenti in nuovi progetti petroliferi dirottandoli verso le energie rinnovabili. C’è un dibattito relativo al tempo che servirà per rendere concreto questo cambiamento di paradigma (per alcuni sarà molto lungo). Cosa sta succedendo? E le energie rinnovabili, alle valutazioni attuali, sono un’opportunità d’investimento?

I metalli industriali hanno visto un’esplosione del loro valore nel corso del 2021 a causa del robusto rimbalzo della domanda post-pandemia e di un’offerta che non ha saputo tenere il passo per diverse ragioni. Nel 2022 questo scenario si ripeterà o andiamo verso una stabilizzazione?

Ne abbiamo parlato con Maurizio Mazziero, fondatore della Mazziero Research.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.