Morningstar, le azioni più cliccate del 2021

Le Blue chip italiane dominano la Top 10, ma i lettori di Morningstar.it guardano con interesse anche le Big scambiate sui listini di Wall Street.

Francesco Lavecchia 04/01/2022 | 09:49
Facebook Twitter LinkedIn

La classifica delle azioni più seguite dai lettori di Morningstar.it nel corso del 2021 vede primeggiare le Blue chip di Borsa Italiana. In vetta alla Top 10 troviamo Enel, la società italiana con la più alta capitalizzazione di mercato tra quelle quotate a Piazza Affari. L’utility italiana ha ceduto oltre il 15% da inizio anno (al 21 dicembre 2021) e ora è scontata del 25% rispetto al fair value di 8,70 euro (report aggiornato all’8 dicembre 2021).

Medaglia d’argento per Eni, che nel 2021 ha cavalcato il rally degli energetici salendo del 44% e doppiando la performance del FTSE Italia All Share. Nonostante questo, il titolo è scambiato con un rapporto Prezzo/Fair value di 0,87 ed è valutato con un Morningstar rating di 3 stelle (report aggiornato al 26 novembre 2021). Sul gradino più basso del podio si posiziona Assicurazioni Generali che da inizio anno ha guadagnato oltre il 30% e ora è scambiata in linea con il fair value di 18,60 euro (report aggiornato al 12 novembre 2021).

La medaglia di legno se l’aggiudica Tenaris, a dimostrazione di come la buona intonazione degli energetici abbia alimentato l’interesse dei lettori di Morningstar. Dopo un 2020 da cancellare, il titolo è salito del 26% da inizio anno e ora è valutato con rating Morningstar di 3 stelle.

Segue in classifica Intesa Sanpaolo, il secondo titolo finanziario all’interno della Top 10. In sesta posizione troviamo la prima società straniera: Amazon.com. Il leader dell’e-commerce mondiale ha sottoperformato l’indice Nasdaq nel 2021 fermandosi a +17% e ora viene scambiato a un tasso di sconto di circa il 20% rispetto al fair value di 4.100 dollari (report aggiornato al 29 ottobre 2021). Al settimo posto si classifica Leonardo, una delle società leader in Europa nei settori aerospaziale e della difesa. Il titolo ha avuto un andamento piatto nel 2021, nonostante i numeri dell’azienda siano in linea con le guidance e indichino un amento degli ordini di circa il 10% rispetto allo scorso anno, e al momento è scambiato a un tasso di sconto superiore al 50% rispetto al fair value di 12,75 euro (report aggiornato al 5 novembre 2021).

Le ultime posizioni della Top 10 sono occupate da tre delle società più grandi al mondo in termini di capitalizzazione di mercato: Apple, Alibaba e Tesla. La prima ha guadagnato quasi il 40% in Borsa da inizio anno e vede più vicino il traguardo dei tre trilioni di dollari di market cap. Il gruppo cinese, invece, nel 2021 ha pagato in Borsa (-45%) la cattiva intonazione dei tecnologici del Dragone e i deludenti numeri delle prime tre trimestrali, e ora è scambiato a un tasso di sconto di circa il 40% rispetto al fair value di 182 dollari (report aggiornato al 20 dicembre 2021). Chiude la nostra Top 10 il titolo Tesla che, sebbene abbia sovraperformato l’indice Nasdaq con il suo +38%, si è mantenuto a distanza siderale rispetto al +673% registrato in Borsa nel 2020.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Azioni Analisi e Strategie

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia