I gestori americani puntano sui tecnologici

L’aggiornamento dei portafogli degli Ultimate Stock Picker nel primo trimestre conferma la preferenza da parte dei fund manager Usa per i titoli high tech. Prevalgono le vendite, invece, sui finanziari.

Francesco Lavecchia 22/06/2021 | 16:09
Facebook Twitter LinkedIn

idee di investimento

I gestori americani puntano sui tecnologici e dismettono le posizioni sui titoli finanziari. Dall’analisi dei movimenti di acquisto e vendita realizzati nel corso del primo trimestre del 2021 all’interno dei portafogli deli Ultimate Stock Picker (i 26 fund manager statunitensi giudicati dagli analisti di Morningstar tra i migliori in circolazione), abbiamo scoperto che le posizioni prese con maggior convinzione (considerato il numero di fondi che li hanno in portafoglio e la percentuale rispetto al totale del patrimonio gestito) sono state nel settore tecnologia. Fiserv, fornitore di soluzioni tecnologiche per le aziende del settore finanziario, è stato il titolo maggiormente acquistato nel primo trimestre dell’anno insieme a Berkshire Hathaway e Procter& Gamble (da sei comparti), Intel è entrato nel portafoglio di ben cinque fondi, mentre due fund manager hanno acquistato Sony Group.

Il report, che ha come obiettivo quello di fornire delle idee agli investitori, questa volta non assolve alla sua funzione in quanto tutti i titoli presenti nella Top 10 degli acquisti fatti con maggior convinzione da parte dei gestori sono scambiati a prezzi ormai troppo elevati. Le liste delle stock high conviction purchase e high conviction holdings dimostrano la preferenza dei gestori per le società di qualità. Tutte le azioni detenute con convinzione hanno un Economic moat e in sette casi su 10 è nella misura di Ampio, mentre solo due tra le 10 acquistate con maggiore convinzione non presentano un Moat.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Azioni Analisi e Strategie

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies