Le utility sono un’occasione. Soprattutto in Europa

Il sell-off registrato nel Vecchio continente, dicono gli analisti di Morningstar, è eccessivo. Specialmente considerando l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica.  Ma il settore è debole sui mercati di tutto il mondo.

Marco Caprotti 16/03/2021 | 13:16
Facebook Twitter LinkedIn

utility

Le utility soffrono. E quelle europee più delle altre. Ma, dicono gli analisti di Morningstar, questo crea delle opportunità di investimento nel settore e non solo nel Vecchio continente. L’indice Morningstar Developed markets Europe Utility da inizio anno (fino al 15 marzo e in euro) ha perso quasi il 3%. Nello stesso periodo il paniere DM Europe ha guadagnato il 6,7%.

Indici DM Europe Utilities e DM Europe a confronto
grafico utility europa
Dati in euro aggiornati al 15 marzo 2021
Base: 10.000 euro
Fonte: Morningstar Direct

“Riteniamo che il sell-off delle utility europee sia eccessivo e offra delle opportunità”, spiega Tancrede Fulop, Equity analyst di Morningstar.

A guidare la discesa dei titoli del settore sono sostanzialmente tre fattori:

-Il nervosismo del mercato per la possibilità di un aumento dei tassi di interesse.

-L'aumento della concorrenza nel segmento delle energie rinnovabili.

-La rotazione dei portafogli da quei titoli e settori che hanno fatto bene nel 2020, nonostante i problemi della pandemia, a quelli che hanno sofferto (l’indice DM Europe utility nel 2020 ha guadagnato il 12,86%).

“Il mercato trascura un contesto che è storicamente favorevole per questo settore”, dice l’analista. “I prezzi dell'energia elettrica hanno avuto un forte rimbalzo dallo scoppio della pandemia e ora si attestano ai massimi degli ultimi 10 anni. Consideriamo il settore sottovalutato, in media, del 6% con un rendimento da dividendo medio del 4,5%”.

Utility deboli a livello globale
Va detto che la debolezza delle utility europee rispetto al resto del mercato non è un caso isolato.

L’indice Morningstar Global Utility da inizio anno ha guadagnato poco meno del 2%, contro il +8,4% del paniere Global markets.

Indici Morningstar Global Utilities e Global Markets a confronto
utility usa
Dati in euro aggiornati al 15 marzo 2021
Base: 10.000 euro
Fonte: Morningstar Direct

Guardando a livello regionale la situazione è simile negli Stati Uniti, dove il paniere utility, da inizio gennaio ha segnato +3,9% contro il +9,5% del basket US Market.

Indici Morningstar US Utilities e US Market a confronto
utility usa e us market
Dati in euro aggiornati al 15 marzo 2021
Base: 10.000 euro
Fonte: Morningstar Direct

“Le utility sono state felici di salutare il 2020”, dice Travis Miller, analista di Morningstar riferendosi al settore Usa. “Quando la pandemia ha colpito, hanno perso tutto lo slancio che avevano all’inizio dell’anno scorso e devono ancora riprendersi. La frenata, però porta a valutazioni più interessanti. Bilanci sani, dividendi sicuri e utili in crescita dovrebbero dare agli investitori la certezza che le utility saranno in grado di svolgere il loro tradizionale ruolo difensivo e di generatore di reddito”.

 

 

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.