3 fattori di successo per gli Etf tematici nel 2020

Rendimenti stellari, attenzione ai temi ambientali e aumento dell’offerta hanno portato il patrimonio totale in Europa a 22,7 miliardi di euro, più del doppio rispetto al 2019.

Sara Silano 25/01/2021 | 09:34
Facebook Twitter LinkedIn

ETF tematici

Gli Etf (Exchange traded fund) tematici europei sono tra i grandi vincitori del 2020. In un anno turbolento, caratterizzato da volatilità sui mercati e una grave crisi economica, questi strumenti hanno attratto la somma record di 9,5 miliardi di euro di flussi netti. Il patrimonio è più che raddoppiato, da 8,2 miliardi a 22,7 miliardi in dodici mesi, livello mai raggiunto prima. A dirlo è il rapporto Morningstar 2020 su questa particolare tipologia di fondi indicizzati, curato da Kenneth Lamont, senior analyst delle strategie passive di Morningstar.

Patrimonio degli Etf tematici europei

Patrimonio degli ETF tematici nel 2020 in Europa

Le ragioni di questo successo sono principalmente tre.

Performance stellari
Innanzitutto, alcuni Etf tematici hanno registrato rendimenti stellari nel corso del 2020. 33 su 36 di questi strumenti hanno battuto l’indice Msci World e la maggior parte con un ampio margine. iShares Global clean energy ha messo a segno un rendimento del 120%. Altri replicanti, in particolare nel settore tecnologico, hanno ottenuto performance elevate tra cui WisdomTree Cloud Computing che ha guadagnato il 92%. Anche i peggiori hanno, comunque, avuto ritorni positivi, come iShares Ageing Population (+3%).

I migliori Etf tematici europei per performance 2020

I migliori ETF tematici in Europa nel 2020

La spinta green
Il secondo fattore è la crescente attenzione per le tematiche ambientali. Circa un terzo dei flussi è andato verso gli Etf specializzati sulle energie alternative. Le politiche climatiche dell’Unione europea, insieme alla svolta degli Stati Uniti in questa direzione dopo l’elezione a presidente di Joe Biden, hanno spinto gli investitori a cercare alternative alle fonti fossili. Inoltre, la volatilità del prezzo del petrolio ha indotto a ripensare ai rischi e alle opportunità nel settore energetico.

Menu più ricco
Il terzo fattore è l’aumento dell’offerta. Nel 2020 sono stati lanciati 17 Etf tematici in tutta Europa. Nel 2019 erano stati una dozzina e l’anno precedente 14. Tra questi, alcuni hanno il focus sulla transizione energetica e la riduzione delle emissioni di CO2. Hanno debuttato anche i primi strumenti sulla Cannabis per uso medico, promossi da HanETF e Rize ETF.

I rischi
L’anno eccezionale degli Etf tematici non deve far perdere di vista i rischi. “Possiamo ottenere molto se scegliamo il giusto fondo tematico nel momento appropriato, ma anche le perdite possono essere enormi”, dice Lamont. “E’ importante comprendere le caratteristiche di rischio/rendimento prima di inserirli in portafoglio. Bisogna guardare oltre le performance di breve periodo. Le ricerche che abbiamo condotto in passato hanno mostrato che molti strumenti di questo tipo hanno avuto difficoltà a sopravvivere e battere i mercati azionari globali nel lungo periodo”.

I peggiori 5 Etf tematici per performance nel 2020

I peggiori ETF tematici in Europa nel 2020

 

 

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Scarica il report completo sugli Etf tematici.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia