Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Come generare reddito in portafoglio

Ecco gli strumenti di investimento che permettono di ottenere un flusso di liquidità costante nel tempo.

Fernando Luque 21/01/2021 | 10:36
Facebook Twitter LinkedIn

income

Per molti investitori il principale obiettivo finanziario è generare un flusso di cassa dal proprio portafoglio. A questa necessità risponde l’income investing, che consiste proprio nel selezionare investimenti in grado di fornire un flusso costante di reddito. Questo obiettivo può essere ottenuto in diversi modi. Eccone alcuni.

Obbligazioni
Le obbligazioni sono spesso considerate il fulcro per gli investitori che cercano un reddito regolare perché restituiscono denaro ai loro possessori sotto forma di cedola. Investire in obbligazioni sovrane dei mercati sviluppati è stato in passato un modo per risparmiare evitando grossi rischi, ma recentemente gli investitori sono stati costretti a guardare oltre questi presunti investimenti "privi di rischio" poiché molte di queste obbligazioni offrono ora rendimenti negativi.

All'interno del mercato obbligazionario ci sono vari livelli di rischio. I titoli high yield, ad esempio, sono titoli che pagano un tasso di interesse più generoso, ma hanno un merito creditizio inferiore a investment grade perché il loro rischio di insolvenza è più alto. Una metrica spesso associata alle obbligazioni high yield è lo spread in termini di rendimento tra questi titoli e quelli di qualità superiore e a basso rischio come i Treasury Bond statunitensi.

Gli investitori, comunque, non dovrebbero concentrarsi solo sul rendimento, ma farebbero bene a considerare anche altri fattori come il rischio di cambio. Le obbligazioni cinesi o statunitensi, ad esempio, possono offrire sulla carta un rendimento molto più elevato rispetto a quelle europee, ma va considerato sempre l’effetto prodotto dalle fluttuazioni delle valute.

Dividendi
La ricerca della componente income nei mercati azionari implica la selezione di società che pagano dividendi interessanti. Ci sono diverse considerazioni da fare in questo senso. Uno dei modi in cui le società distribuiscono i profitti agli azionisti è attraverso il pagamento di dividendi. Le società che non sono più in una fase di grande espansione sono considerate generalmente quelle più affidabili nella distribuzione del dividendo poiché preferiscono premiare i loro azionisti piuttosto che reinvestire i profitti nella crescita. Detto questo, ci sono molte aziende in forte espansione che invece staccano cedola.

È importante riconoscere che la politica dei dividendi di una società può indicare una serie di punti di forza e di debolezza. Premesso che non vi è alcuna garanzia che un’azienda sia in grado di raggiungere la crescita dei dividendi programmata, una società che distribuisce cedole elevate avrà meno capitale da reinvestire per finanziare la crescita, il che a sua volta potrebbe inibire la sua capacità di mantenere dividendi elevati.

Un'azienda che paga dividendi molto alti è un indicatore utile da considerare quando si è alla ricerca di rendimento, ma bisogna anche considerare che se essa è fortemente indebitata potrà avere più difficoltà di altre a garantirli anche in condizioni di mercato difficili.

Fondi o ETF
Un fondo comune o un ETF possono fornire un flusso di cassa regolare se si seleziona la classe che distribuisce i proventi e in più hanno i vantaggi propri di un prodotto del risparmio gestito. Un fondo, infatti, non è altro che un paniere di titoli (azioni o obbligazioni o una combinazione di essi) e come tale presenterà una maggiore stabilità nel pagamento dei dividendi poiché il rischio di insolvenza è distribuito tra molti titoli.

Un investitore che ha un focus specifico sulla componente income può essere sorpreso dalla decisione della società di tagliare o sopprimere il pagamento del dividendo. In un fondo comune, invece, l'impatto di un evento di questo tipo sarebbe molto più limitato.

Un punto importante qui è non confondere un fondo che distribuisce un dividendo con un fondo che investe in titoli high yield. Un comparto che investe in azioni ad alto rendimento può o meno distribuire un dividendo, mentre uno che distribuisce un dividendo può appartenere a qualsiasi categoria Morningstar, sia essa azionaria, obbligazionaria o bilanciata.

Una delle domande per l'investitore è come sapere se il fondo o l'ETF in questione distribuisce un dividendo. Per differenziare le classi a distribuzione dei proventi da quelle che li accumulano nel valore del patrimonio netto si può utilizzare il filtro “Distribuzione” del nostro Fund Screener (vedi Figura 1).

Figura 1: Selezionare i fondi a distribuzione
fund selector

Un'altra domanda è a quanto ammonta il rendimento da dividendo e qual è la frequenza con la quale viene distribuita la cedola. Entrambi i dati sono disponibili nella sezione Rendimento della pagina Generale della scheda fondo (Figura 2). Infine, ci si può anche chiedere se ci sia una differenza di rendimento tra la classe a distribuzione e quella ad accumulazione di un fondo. Nel nostro sito web calcoliamo i rendimenti considerando il reinvestimento dei dividendi, quindi non dovrebbe esserci differenza tra le due classi di azioni (a meno di diverso profilo commissionale). Nella Figura 3 abbiamo messo a confronto le due classi di un fondo e si può notare come non ci sia alcuna differenza in termini di performance.

Figura 2: Yield e frequenza della cedola
yield

 

Figura 3: Rendimenti a confronto
chart

Investimento immobiliare
Anche l’investimento immobiliare può essere un'opzione se si cerca un flusso di liquidità regolare. L'idea è semplice: comprare una casa, un appartamento o anche un garage per darlo in affitto in cambio di un canone mensile. Certo, non è un’opzione praticabile per tutti poiché generalmente implica la necessità di prendere in prestito del denaro per finanziare l'acquisto dell’immobile e richiede anche costi più elevati rispetto all'investimento in azioni o obbligazioni a causa di manutenzione, tasse, assicurazioni e altro. Ma uno dei vantaggi è che l'affitto può crescere con l'inflazione.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Finanza Personale

Clicca qui

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Fernando Luque

Fernando Luque  es el Senior Financial Editor de www.morningstar.es