Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Le idee di investimento dei gestori Usa

L’aggiornamento dei portafogli degli Ultimate Stock Pickers nel secondo trimestre del 2020 evidenzia la preferenza dei fund manager americani per i settori materie prime, salute e telecomunicazioni. Tra i titoli maggiormente acquistati, però, scarseggiano gli sconti. 

Francesco Lavecchia 01/09/2020 | 14:54
Facebook Twitter LinkedIn

I gestori americani scommettono su materie prime, salute e telecomunicazioni. L’analisi dei portafogli degli Ultimate Stock Pickers (26 tra i migliori fund manager secondo gli analisti di Morningstar) alla fine del secondo trimestre del 2020 mostra come in questi settori si concentrino la maggior parte delle high conviction purchase stocks, ovvero i titoli su cui i gestori hanno significativamente aumentato la loro posizione in relazione alla dimensione del portafogli, e dei new money purchase, che invece rappresentano le nuove azione inserite in portafoglio.

 

Figura 1: Top 10 High-Conviction Purchases
Top 10 buy109

 

Le scelte nel comparto materie prime
Le holding del comparto materie prime presenti nella Top 10 del primo gruppo sono due: Newmont (NEM) e Franco-Nevada (FNV), acquistate rispettivamente da due e un fondo, mentre nella lista dei nuovi acquisti, oltre alle già citate NEM E FNV, ci sono anche la canadese Barrick Gold e la statunitense PPG Industries, che hanno fatto il loro ingresso rispettivamente in uno e due portafogli. Tra i telefonici, due comparti hanno esteso la loro posizione su Verizon Communications (VZ) e Comcast, mentre altri due hanno per la prima volta preso posizione su T-Mobile e sulla stessa VZ.  All’interno del settore salute, invece, Stryker e Novartis sono state acquistate con “convinzione” da due fondi, mentre la sola Novartis è anche nella lista delle new money purchase (acquistata da due fund manager).

 

Figura 2: New-Money Purchases 
Top 10 newmoney109

Procter & Gamble è il titolo che convince di più i gestori. Ben tre sono i fondi che hanno esteso in maniera significativa la loro esposizione su questa stock. Mentre appartengono al settore beni industriali le due azioni che hanno collezionato il maggior numero di nuovi acquisti: Carrier Global Corp, società leader nelle soluzioni per il controllo del clima e dei servizi di antincendio e di sicurezza, è stata acquistata da ben cinque comparti, mentre sono stati ben sette i fund manger che nel secondo trimestre hanno preso posizione sulla Otis Elevator Company, la più grande produttrice di sistemi di trasporto verticale al mondo (principalmente ascensori e scale mobili).

Gli sconti scarseggiano
Tra le stock inserite nelle due liste, però, è la sola Novartis a essere scambiata a prezzi convenienti. Incrociando le due Top 10 con le valutazioni degli analisti di Morningstar si nota come la compagnia farmaceutica svizzera sia l’unica ad avere un Morningstar Stock Rating di 4 stelle. Il titolo ha perso il 10% circa da inizio anno e ora è scontato del 15% rispetto al fair value di 90 franchi svizzeri (report aggiornato al 27 luglio 2020).

Per trovare altre azioni scambiate a sconto tra le scelte dei gestori americani bisogna allungare le liste ai primi 25 titoli. Tra le azioni high conviction purchase troviamo anche Intel (INTC) e Total SE (TOT) (rispettivamente con un rating di 4 e 5 stelle), entrambe acquistate da un fondo, mentre tra le new money purchase stocks, oltre alle già citate TOT e Intel INTC, ci sono anche General Dynamics, azienda attiva nel settore della difesa, e la società di brocheraggio TD Ameritrade Holding, entrambe con un rating di 4 stelle e acquistate da un unico comparto.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Azioni Analisi e Strategie

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia