Europa, le Borse tentano il recupero ad aprile. Ma il value resta indietro

Small e mid cap nell’ultimo mese hanno corso di più. Le strategie che guardano al valore continuano a muoversi con passo pesante. La Bce, intanto, lancia il Peltro per dare altra liquidità al sistema finanziario. 

Marco Caprotti 30/04/2020 | 16:17
Facebook Twitter LinkedIn

L’azionario europeo tenta di recuperare terreno, ma il comparto value continua a soffrire più degli altri. L’indice Morningstar Europe in un mese ha guadagnato (in euro e fino al 29 aprile) il 10,3% portando a -18,3% la performance da inizio anno (+27,1% nel 2019).

Indici Morningstar Europe e MSCI Europe a confronto da inizio anno
europa1
Dati in euro aggiornati al 29 aprile 2020
Fonte: Morningstar Direct

Small e mid cap corrono. I value soffrono ancora
A livello di categorie Morningstar dedicate all’equity europeo, il miglior stato di forma lo hanno mostrato quelle riservate agli strumenti dedicati alle small e alle mid cap. L’andamento da inizio anno, tuttavia, fa vedere che i rapporti di forza fra i diversi segmenti non sono poi cambiati molto dal periodo precedente all’emergenza Coronavirus, con i portafogli dedicati alle azioni large cap growth che hanno resistito meglio di quelli che puntano sulle grandi aziende value.

Categorie Morningstar a confronto: dalla migliore alla peggiore da inizio anno
Europa

“La recessione sta colpendo duro le aziende più sensibili al ciclo economico e, nelle maggior parte dei casi, si tratta di società value”, spiega Russel Kinnell, Director della manager research di Morningstar.

Bce, arriva il Peltro
L’attenzione degli operatori è stata catalizzata dalla riunione della Banca centrale europea del 30 aprile. L’Eurotower ha annunciato di voler lasciare invariati i tassi di interesse, ma ha annunciato ulteriori provvedimenti.

-Ha  lanciato i Peltro (acronimo di Pandemic Emergency Longer-Term Refinancing Operations), una nuova serie di operazioni di rifinanziamento a lungo termine di contrasto alla pandemia di Coronavirus. L’obiettivo è quello di sostenere le condizioni di liquidità nel sistema finanziario dell'area dell'euro e contribuire a preservare il normale funzionamento dei mercati finanziari.

-Il Pepp, il programma di acquisti di emergenza pandemico, resta fissato a 750 miliardi di euro, ma l'Eurotower ha dato la disponibilità ad aumentarne le dimensioni e cambiarne la composizione in ogni momento.

-Continuerà, fino alla fine dell’anno, il programma di Qe da 20 miliardi al mese.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi le altre analisi dedicate all'Europa

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.