Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Mes, Bce ed Eurobond: quale futuro per l’Europa?

Secondo il professor Gustavo Piga (Tor Vergata), la struttura stessa del fondo salva Stati rimane ambigua, mentre le obbligazioni europee comuni potrebbero non essere la soluzione. Ecco perché sarebbe meglio privilegiare strumenti nazionali di finanza pubblica. La Bce non ha i mezzi della Fed, ma finora le politiche sono state troppe avare. Ci vorranno decenni prima che sorga la volontà comune di condividere i rischi.

Valerio Baselli 15/04/2020 | 09:17
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

L’Eurogruppo del 9 aprile scorso è stato una vittoria o una sconfitta per l’Italia? Quali sono le vie d’uscita dalla crisi? E il ruolo della Banca centrale europa? Quale futuro, infine, attende la zona euro?

Intervista esclusiva al professor Gustavo Piga, docente ordinario di Economia politica presso l'Università degli studi di Roma Tor Vergata, esperto di politica monetaria, della gestione del debito pubblico e di questioni legate all’Europa.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.