Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Fondi pensione e Pmi, la parola d’ordine è aggregazione

Per Gianmaria Fragassi (Itinerari Previdenziali), a causa dell’elevato numero di comparti di piccole dimensioni presenti in Italia, l’unica strada percorribile per poter investire in private asset è quella di unirsi. In questo senso, il Progetto economia reale di Cdp e Assofondipensione va nella direzione giusta.

Valerio Baselli 21/02/2020 | 09:11
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

Valerio Baselli: Buongiorno e benvenuti. Sono Valerio Baselli e oggi mi trovo in compagnia di Gianmaria Fragassi, responsabile relazioni istituzionali di Itinerari Previdenziali. Buongiorno e grazie.

Gianmaria Fragassi: Buongiorno, grazie a voi.

Baselli: Recentemente Cassa Depositi e Prestiti, Assofondipensione, Fondo italiano d’investimento SGR e altri quaranta fondi pensione italiani hanno presentato il Progetto economia reale. Un’iniziativa che dà a diversi fondi pensione, appunto, la possibilità di investire nell’economia reale italiana, offrendo quindi una fonte di finanziamento alternativa alle Pmi italiane. Come giudicate questo progetto?

Fragassi: Lo giudichiamo in maniera assolutamente positiva. Già il fatto che se ne parli, che si organizzino dei tavoli di lavoro tra organizzazioni così importanti è molto positivo per il sistema produttivo italiano. Sappiamo del rallentamento del finanziamento attraverso il canale bancario per tutto il mondo delle Pmi, che rappresentano il 90% della produzione italiana, quindi il problema c’è.

I fondi pensione italiani hanno dei grossi patrimoni che tra l’altro ogni anno accrescono grazie ai contributi e alle performance di mercato. Manca uno strumento che accompagni questo tipo d’investimenti e che convogli il patrimonio dei fondi pensione italiani nell’economia reale.

Baselli: Quali sono le condizioni necessarie per far sì che questa iniziativa funzioni? 

Fragassi: Teniamo presente che in Italia ci sono molti fondi pensione di piccole dimensioni, sia in termini di patrimonio sia in termini di struttura. L’investimento nell’economia reale prevedere investimenti in private asset, cioè uno strumento d’investimento un po’ più complicato da analizzare, da gestire e da seguire, che quindi necessita una struttura di governance un po’ più complessa. L’aggregazione è assolutamente il futuro, l’unica strada possibile per far sì che si crei una massa critica adatta.

Baselli: Grazie a Gianmaria Fragassi.

Fragrassi: Grazie a voi.

Baselli: Per Morningstar, Valerio Baselli, grazie per l’attenzione.

Leggi I fondi pensione negoziali si travestono da PIR

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.