Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

Tre titoli 5 stelle tra gli energetici

Il balzo del prezzo del barile ha spinto le quotazioni delle stock del settore ma continuano a esserci occasioni di investimento.

Francesco Lavecchia 17/09/2019 | 15:23

Total è scontata del 30% rispetto al fair value di 65 euro (report aggiornato all’8 agosto 2019), ma la compagnia petrolifera francese promette di macinare tassi di crescita da prima della classe e di tagliare ulteriormente i costi di produzione.  “L’azienda ha stimato da qui al 2022 un aumento dei volumi del 5% annuo e nonostante questa previsione sia vista con scetticismo dal mercato crediamo invece che questi numeri siano realizzabili. Total ha già avviato 10 progetti per nuovi giacimenti e per il maggior sfruttamento di quelli già in essere e gran parte di essi è all’ultimo stadio di investimenti. Sul fronte dei costi la compagnia parte già avvantaggiata rispetto alla media del settore e promette di abbatterli ulteriormente in questo esercizio (dimezzandoli rispetto ai valori del 2014). Inoltre, la riduzione della capacità produttiva del segmento raffineria in Europa rende questo ramo di business maggiormente profittevole”, dice Allen Good, analista azionario di Morningstar. “Nei prossimi quattro anni ci aspettiamo che i ricavi crescano mediamente del 2% e che gli utili salgano a un ritmo del 5%”. 

Halliburton cavalca il boom dello scisto
Halliburton è leader mondiale nel settore dei servizi a favore delle compagnie oil&gas. L’azienda è una delle più esposte alla produzione di petrolio e gas di scisto negli Usa, una strategia che dovrebbe pagare sul piano della crescita del fatturato considerate le ottime previsioni sui volumi nei prossimi anni ma che, a causa della forte concorrenza, potrebbe penalizzarla sul fronte della profittabilità. “Le nostre previsioni si basano essenzialmente sulle aspettative di un livello di investimenti nell’esplorazione e sviluppo di nuovi giacimenti più basso rispetto alla media del ciclo economico. L’azienda dovrebbe riuscire a crescere a un ritmo del 2,5% nei prossimi cinque anni, ma il margine operativo è visto stabile attorno al 12%-13%”, dice Preston Caldwell, analista di Morningstar. “In scia al balzo del prezzo del barile prodotto dall’attacco ai pozzi di petrolio in Arabia Saudita il titolo è salito del 10%, ma nonostante questo resta scontato del 33% rispetto al fair value di 34 dollari” (report aggiornato al 22 luglio).

Energy Transfer aumenta il grado di diversificazione
Energy Transfer è diventata una delle più grandi compagnie energetiche Usa nel settore midstream grazie alla sua rete per la distribuzione di gas naturale principalmente in Texas e nella regione centro-meridionale degli Stati Uniti. L’azienda è riuscita a cavalcare il boom del petrolio e del gas di scisto grazie alla posizione strategica del suo gasdotto che permette di collegare i siti di produzione con i maggiori centri di domanda. Inoltre, Energy Transfer ha aumentato il grado di diversificazione del suo business allargando il paniere di liquidi trasportati anche con l’acquisizione di Sunoco Logistics.

“Nei prossimi cinque anni ci aspettiamo che il segmento del gas naturale e il consolidamento della nuova entità siano i principali artefici della crescita del fatturato dell’azienda. Le nostre previsioni indicano un progresso medio dei ricavi del 5,7% e un margine Ebitda in lieve aumento dall’attuale 15% al 16,7% nel 2023. La nostra stima del fair value è pari a 22 dollari”, dice Travis Miller, analista di Morningstar (report aggiornato al 20 agosto 2019).

 

 

Leggi tutti gli articoli della collezione Azioni Analisi e Strategie

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Energy Transfer LP11,36 USD-0,18
Halliburton Co20,53 USD3,17
Total SA48,76 EUR-0,20

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar