Nel risiko fra Usa e Cina rischia anche il resto del mondo

Se le tensioni fra i due paesi dovessero inasprirsi, aumenterebbero i pericoli di una recessione globale. Pechino può difendersi, ma ci sono problemi per l’Asia e gli emerging.

Marco Caprotti 14/05/2019 | 15:43

Sono solo scaramucce o fra Stati Uniti e Cina è iniziata veramente la guerra commerciale? A creare nervosismo è l’ipotesi di uno scontro a tutto campo. “Gli investitori iniziano a preoccuparsi che i due paesi non siano in grado di negoziare dei realistici termini riguardo al commercio in un ragionevole arco di tempo”, spiega Dave Sekera, managing director della ricerca sui corporate bond di Morningstar Credit Ratings. “Tutto questo potrebbe portare a un indebolimento dell’economia globale”. Insomma, c’è il rischio che si inneschi una recessione globale e mettendo all'angolo le Banche centrali.

Le mosse Usa
Dopo l’annuncio sui dazi in rialzo per 200 miliardi di dollari di beni cinesi, l'amministrazione Trump ha messo in moto la macchina per imporre potenzialmente tariffe sugli altri 300 miliardi di dollari di Made in China finora esentati dalla guerra commerciale fra i due paesi. Si tratta essenzialmente di tutti i prodotti attualmente non colpiti.

La risposta della Cina
Pechino ha annunciato che su alcuni beni americani, per un totale di 60 miliardi di dollari, graveranno dazi maggiorati.  Un’altra strada che la Cina starebbe valutando di percorrere per colpire l'amministrazione Trump è Boeing, riducendo gli ordini. Per il colosso dell’aviazione, già in difficoltà per i due incidenti degli ultimi mesi e alle prese con una crisi di reputazione, un taglio delle richieste da parte della Cina sarebbe un colpo duro per i conti. 

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies