Stiamo facendo lavori di ordinaria manutenzione del sito, per cui potrebbero esserci momentanei e intermittenti interruzioni nel funzionamento. Ci scusiamo per il disguido e ti ringraziamo per la pazienza.

Idee growth per andare a caccia di valore

Gli analisti di Morningstar hanno creato un portafoglio azionario per investire in società con moat elevato e una crescita degli utili superiori alla media. Ecco quelle scambiate a prezzi ancora convenienti.  

Francesco Lavecchia 22/09/2017 | 10:15
Facebook Twitter LinkedIn

Per correre sul mercato azionario Usa gli analisti puntano sui titoli consumer e salute. A settembre il 50% del portafoglio “lepre” (hare) di Morningstar è investito nei settori beni di consumo ciclici e healthcare. La strategia hare è quella di realizzare un apprezzamento del capitale in un orizzonte temporale di lungo termine attraverso l’investimento in società che presentano un forte vantaggio competitivo (Economic moat), una crescita attesa degli utili superiore alla media e un rapporto Prezzo/Fair value conveniente. All’interno del paniere, che comprende all’incirca 25 titoli scambiati sui listini di New York ed è aggiornata mensilmente in base alle valutazioni di mercato, Lowe’s e O’Reilly Automotive (tra i consumer), ed Express Scripts e AmerisourceBergen (fra gli healthcare) sono quelli scambiati ai tassi di sconto più elevati. 

Hare vs S&P 500, rendimenti a confronto (Dati al 31/08/2017)Hareportfolio

Le scelte tra i consumer
Lowe’s (LOW) e O’Reilly sono tra i pochi retailer ancora in grado di fronteggiare la concorrenza di Amazon. I punti di forza del loro modello di business sono la specializzazione in particolari categorie di prodotto per le quali è richiesto un supporto nell’acquisto, un’ampia rete di distribuzione, tale da competere con un rivenditore online, ed economie di scala elevate. LOW è la seconda azienda più grande al mondo nel segmento dei prodotti e delle soluzioni per il miglioramento della casa (come bricolage, edilizia, giardinaggio, decorazione e arredo) con un fatturato annuo di circa 70 miliardi di dollari. Negli ultimi due anni gli utili per azione sono cresciuti a un tasso superiore al 20% e promettono nei prossimi cinque di progredire a un ritmo del 15%. Al momento il titolo è scambiato attorno ai 77 dollari, a un tasso di sconto di oltre il 15% rispetto al fair value che è pari a 93 dollari (report aggiornato al 24 agosto 2017).

O’Reilly Automotive, invece, è leader nella vendita di pezzi di ricambio per autoveicoli. Il suo vantaggio competitivo è frutto di una estesa rete di distribuzione che le permette di rifornirsi a costi più bassi rispetto ai piccoli rivenditori e dunque di offrire prezzi concorrenziali. Inoltre, la presenza capillare sul territorio e la professionalità del servizio alla vendita la fa preferire agli store online come Amazon. Il gruppo americano trarrà vantaggio dal costante consolidamento del settore, dal quale tenderanno a sparire i player di piccole dimensioni. Inoltre, grazie al suo particolare modello di business, orientato a servire sia il segmento privato che quello professionale (officine meccaniche e carrozzieri) beneficerà, da una parte, dal progressivo aumento della vita media di un’auto e, dall’altra, dal miglioramento dell’economia americana. Gli analisti si aspettano una crescita media degli utili per azione del 15% nei prossimi cinque anni e stimano un fair value pari a 242 dollari (report aggiornato al 10 agosto 2017).

Gli analisti di Morningstar hanno deciso di inserire nel portafoglio “lepre” anche società del settore salute, come AmerisourceBergen ed Express Scripts, poiché nonostante negli ultimi anni abbiano dovuto far fronte a grosse difficoltà quali la maggior concorrenza dei farmaci generici, i cambiamenti della regolamentazione e la perdita di clienti importanti hanno continuato a macinare elevati flussi di cassa. Segno, questo, del solido modello di business delle due aziende.

I preferiti nel settore healthcare
Express Scripts (ESRX) è il leader mondiale nel settore del pharmacy benefit manager (il cui compito è quello di porsi come intermediario tra le società farmaceutiche e le strutture sanitarie in modo da garantire a queste ultime dei prezzi più convenienti), con oltre 1,4 miliardi di richieste soddisfatte e un fatturato superiore ai 120 miliardi di dollari. Grazie alle sue dimensioni ESRX riesce a generare elevate economie di scala che, unite ad una alta efficienza operativa, garantiscono un vantaggio di costo rispetto ai competitor. A favore di Express Scripts gioca la crescita della domanda di farmaci, trainata dal progressivo invecchiamento della popolazione americana e dalla maggior copertura da assicurazione sanitaria in seguito alla riforma del Governo Obama, e gli analisti stimano per il titolo un fair value pari a 89 dollari.

AmerisourceBergen è uno dei tre maggiori distributori di farmaci all’ingrosso negli Stati Uniti. Insieme a Cardinal Health e McKesson controlla il 90% del mercato domestico e questo le permette di realizzare economie di scala che sono inarrivabili per qualsiasi nuovo operatore del settore e dunque di realizzare margini di profitto superiori alla media. Sebbene il gruppo condivida con ESRX la favorevole esposizione al trend demografico gli analisti prevedono una contrazione del gross margin, ma si aspettano che possa comunque realizzare una crescita degli utili per azione superiore alla media, grazie al suo piano di riacquisto di azioni proprie. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
AmerisourceBergen Corp148,46 USD2,67Rating
Lowe's Companies Inc182,84 USD3,69Rating
O'Reilly Automotive Inc639,06 USD1,73Rating

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia