Per gli Ultimate stock pickers, Trump fa rima con cautela

Le difficoltà del presidente Usa a mantenere alcune promesse che avrebbero potuto favorire le aziende fa preoccupare anche i top manager seguiti da Morningstar. Nei loro portafogli prevalgono le vendite e gli acquisti leggeri. 

Marco Caprotti 30/05/2017 | 09:21

Dalla speranza alla preoccupazione. Nemmeno gli Ultimate stock pickers (la selezione dei 10 migliori gestori Usa di cui Morningstar monitora i portafogli) hanno potuto sottrarsi ai mutevoli umori che hanno condizionato il mercato dopo l’arrivo di Donald Trump alla Casa Bianca. Se nell’ultimo trimestre del 2016 il rally era stato guidato  dalle attese riforme business friendly del nuovo presidente Usa, con l’arrivo del nuovo anno sono emersi dubbi sulla sua capacità di mantenere le promesse, come ha dimostrato la sua incapacità (nonostante la maggioranza repubblicana al Congresso) di cambiare in maniera più favorevole alle aziende farmaceutiche la riforma sanitaria voluta dal suo predecessore. A quel punto gli investitori si sono messi alla finestra. Gli osservatori delle cose politiche, infatti, hanno iniziato a sospettare che il fallimento di quel cosiddetto repeal and replace (abroga e rimpiazza) potrebbe presto riguardare anche altri aspetti dell’agenda presidenziale.

Vince la prudenza
“La prudenza dei nostri top manager rappresenta bene l’atteggiamento del resto del mercato”, spiega lo studio Our ultimate stock pickers top 10 new money purchase pubblicato il 22 maggio 2017 e firmato da Joshua Aguilar ed Eric Compton, i due analisti di Morningstar che hanno analizzato i portafogli del primo quarter di quest’anno. “Alcuni gestori ci hanno detto espressamente di essere preoccupati per la situazione confusionaria che sembra regnare a Washington”.

Il risultato è stato che l’attività generale di compravendita dei migliori gestori è rallentata, raggiungendo il livello minimo degli ultimi cinque trimestri consecutivi. In questo quadro le vendite hanno superato gli acquisti e le posizioni aperte per la prima volta (i cosiddetti new money buy) sono state di lieve entità.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies