SPDR S&P US Dividend Aristocrats, cedole d’argento

ETF SOTTO LA LENTE. Replica un paniere di società che hanno incrementato i dividendi in modo continuativo negli ultimi vent’anni, tenendo sotto controllo il rischio e i costi.

Sara Silano 05/12/2016 | 10:34
Facebook Twitter LinkedIn

L’Etf (Exchange traded fund) SPDR S&P US Dividend Aristocrats replica fisicamente un paniere di titoli con una lunga storia di crescita dei dividendi (almeno vent’anni consecutivi). L’indice di riferimento è S&P High yield dividend aristocrats che, prima della crisi finanziaria del 2007 era composto per circa il 30% da banche, mentre ora ha circa la metà del patrimonio in mid  e small cap, appartenenti soprattutto al settore delle utilities, dei beni di consumo difensivi, dell’immobiliare e dei materiali di base.

Nell’assegnare il rating Silver (report di Monika Dutt del 1 novembre 2016), gli analisti di Morningstar si dicono convinti che il fondo sarà in grado di continuare a produrre sovra-rendimenti rispetto alla categoria US large cap value per un intero ciclo di mercato. Fino ad oggi, le performance sono state superiori alla media a fronte di un rischio più basso (il confronto è fatto rispetto sia alle strategie passive sia attive) a tre e cinque anni. Inoltre, le spese correnti (0,35%) sono inferiori alla mediana di categoria (1,68%) ed comparabili con quelle di altri Etf simili.

Leggi il report completo redatto da Monika Dutt il 1 novembre 2016.

Per saperne di più sull’Analyst rating per gli Etf, clicca qui.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia