I mercati si prendono qualche rischio

LA CLASSIFICA. Gli investitori a luglio sono tornati sul biotech e sul Brasile. I pericoli sono stati controllati con i metalli preziosi. Male le commodity e la Turchia.

Marco Caprotti 10/08/2016 | 09:49

Rischio calcolato. Si può riassumere così l’atteggiamento degli investitori nel mese di luglio illustrato dalle categorie Morningstar dei fondi. A livello di performance il segmento migliore è stato quello delle biotecnologie (+10,7%) seguito da quello dei metalli preziosi (+9,63) e da quello dedicato all’azionario brasiliano (+8,4%). In fondo alla classifica si sono invece piazzati tutti i comparti dedicati alle commodity e quello dedicato all’azionario turco.

Top
Biotecnologia
L’azionario di questo segmento si è risvegliato dopo i cali registrati a giugno dovuti principalmente alla fuga dal rischio scatenata dall’ipotesi di Brexit. Ora gli investitori sono tornati a ragionare sulle prospettive di crescita alimentate dai processi di innovazione e da una nuova ondata di fusioni e acquisizioni. Le valutazioni sono buone un po’ in tutti i segmenti che formano questo universo. La volatilità, avvertono gli operatori, potrebbe continuare nel breve periodo, soprattutto in coincidenza con le elezioni presidenziali americane.

Metalli preziosi
Dopo aver fatto acquisti per anni approfittando dei momenti di debolezza, chi investe nei metalli preziosi ora si trovano a fare i conti con un fenomeno che non vedevano da un po’: i prezzi alti. Questo sta disorientando, soprattutto perché si continuano a vedere acquisti speculativi che fanno pensare a un prossimo scoppio delle bolla. In realtà sembra che il mercato non si fidi delle rassicurazioni che arrivano dalla Federal Reserve sul recupero degli Stati Uniti. Per questo gli investitori si rifugiano in uno dei classici porti sicuri.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies