Fra gli emergenti da contrarian

I mercati in via di sviluppo possono essere un buon terreno di caccia per chi investe controcorrente. A patto di fare studi approfonditi sul fair value dei titoli e di essere disposti a prendersi rischi che altri non vorrebbero. 

Dan Kemp 12/05/2016 | 09:40

Il pioniere dei mercati emergenti Sir John Templeton ha definito le basi dell’investimento contrarian con una delle massime più citate nel mondo degli investimenti: “Se vuoi avere performance migliori di tutti gli altri, allora devi comportarti in maniera diversa da tutti gli altri”. Seguendo il ragionamento di Sir John, i mercati emergenti sembrano essere una classica opportunità da contrarian. Questo segmento una volta era il terreno di caccia favorito dai manager che volevano sfruttarne lo sviluppo e la rapida crescita. Di recente, invece, ha perso punti e gli investitori preferiscono considerarne solo i problemi di breve termine. Questo nel 2015 ha portato al deflusso di denaro dai fondi che investono in questo segmento del mercato di capitali.

Occhio al fair value
Certo, agire in maniera diversa dagli altri è un requisito importante per avere successo negli investimenti nel lungo periodo. Ma lo è anche l’analisi fondamentale. Anche perché chi ha intenzione di adottare una strategia contrarian deve avere le idee ben chiare prima di nuotare controcorrente. Per molti investitori di questo tipo vuol dire avere un’analisi accurata del fair value degli asset che si basano sulle attese dei futuri flussi di cassa e le loro possibili variazioni. Per chi si muove sui mercati emergenti questi elementi sono particolarmente difficili da valutare, vista l’ampiezza delle opportunità. Gli emerging sono un settore ampio e diversificato. In termini dimensionali rappresentano circa l’80% della popolazione mondiale e il 45% della produzione globale. Visti da un’angolazione diversa, l’indice Msci che li rappresenta comprende 838 società di 23 paesi con una capitalizzazione di mercato complessiva di 3.400 miliardi di dollari. E’ difficile quindi considerarli un blocco omogeneo e costruire attese di fair value che facciano da base a un investimento contrarian.

Le prove di queste diversità sono molte e comprendono tutti gli aspetti sia dei mercati emergenti sia delle economie che li formano. Una delle differenze principali è fra paesi produttori di determinati merci e stati consumatori. Gli investitori che guardano alla Russia sono giustamente preoccupati per gli effetti sull’economia del paese del calo del prezzo del petrolio. Lo stesso elemento, tuttavia, fa bene all’India, uno dei maggiori importatori di oro nero. Allo stesso modo, il rallentamento congiunturale della Cina ha un impatto negativo sui paesi produttori di commodity in Sudamerica. Questo, a sua volta, dà una mano ai conti delle aziende del colosso emergente asiatico.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Dan Kemp

Dan Kemp  is Chief Investment Officer, Morningstar Investment Management EMEA

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies