Le Borse partono caute

Europa incerta. Torna a pesare il calo del petrolio. A Milano restano sotto la lente le banche. Mediaset ancora positiva. In discesa Saipem. New York spinge l’Asia.

Marco Caprotti 14/04/2016 | 10:03
Facebook Twitter LinkedIn

Avvio all'insegna dell'incertezza per le Borse europee, dopo la volata della vigilia e dopo la pubblicazione del Beige Book da parte della Federal Reserve, rapporto nel quale l'istituto Usa ha ribadito che l'economia americana continua a crescere a ritmo modesto, anche se i salari sono aumentati in gran parte delle regioni. Intanto il petrolio perde quota, risentendo del dato sulle riserve americane salite ancora.

A Piazza Affari sono ancora sotto la lente le azioni delle banche, dopo l'annuncio del fondo per garantire gli aumenti di capitale e le sofferenze. Perdono punti le Saipem  e le Ferragamo, mentre Mediaset continua a salire dopo la buona performance della vigilia.

Asia e New York su
Seduta positiva per l’Asia in scia alla Borsa Usa. Per la seconda seduta di fila gli indici a Wall Street ieri hanno chiuso in rally portandosi su nuovi massimi del 2016. A fare da traino sono stati i titoli finanziari , sostenuti dalla trimestrale oltre le stime di JP Morgan e dal rialzo delle esportazioni cinesi a marzo (il primo in nove mesi).

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.