Il mercato sconta GlaxoSmithKline

Le stime degli analisti di Morningstar indicano un miglioramento dei margini di profitto e una crescita media del fatturato di circa il 4% nei prossimi cinque anni, ma il titolo continua a essere scambiato a prezzi inferiori rispetto al fair value.  

Francesco Lavecchia 13/10/2015 | 14:33
Facebook Twitter LinkedIn

GlaxoSmithKline promette di continuare a crescere grazie ai paesi emergenti e di migliorare la profittabilità, ma il mercato continua a sottovalutare il titolo del gruppo britannico. Al momento le azioni della società farmaceutica sono scambiate attorno alle 13 sterline, a un tasso di sconto di circa il 15% rispetto al fair value Morningstar che è pari a 15,10 sterline.

Le previsioni degli analisti
“La crescente concorrenza nel segmento dei farmaci per la respirazione ci ha spinto a rivedere leggermente le nostre previsioni sul futuro andamento delle vendite del gruppo. Tuttavia, il forte posizionamento sui mercati emergenti, dove i consumatori sono molto più attenti ai marchi, e l’ingresso nel business dei trattamenti per l’AIDS dà sostegno alle nostre attese per una crescita media del fatturato del 3,7% per i prossimi cinque anni”, dice Damien Conover analista azionario di Morningstar.

“La maggior presenza in mercati dalla bassa profittabilità, come quelli dei paesi non sviluppati, e la contrazione delle vendite per i prodotti a più alta marginalità saranno più che compensati dalla razionalizzazione dei costi operativi e dall’aumento della scala di produzione nei segmenti dei vaccini e dei beni di consumo, e questo permetterà a Glaxo di migliorare l’Ebit di circa 900 punti base (dal 15% del 2014 al 24% nel 2019)”.

Glaxo vince grazie ai brand
Glaxo gode di una forte posizione di vantaggio all’interno del settore (Economic moat), frutto del suo esteso e diversificato portafoglio marchi (che la mette al riparo dai negati effetti prodotti dalla scadenza di alcuni brevetti) di una rete di distribuzione superiore a quella dei competitor e della leadership in segmenti di prodotto difficilmente attaccabili dalla concorrenza dei generici, come i farmaci per le malattie respiratorie. Tutto questo le garantisce non solo di realizzare elevati margini di profitto, ma anche di reinvestire i capitali in ricerca per la produzione dei farmici di nuova generazione, in modo da prolungare e rafforzare il primato sul mercato.

 

Per leggere l’analisi completa su GlaxoSmithKline clicca qui.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
GlaxoSmithKline PLC1.647,20 GBX0,65Rating

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia