Strategic beta, fenomeno globale

Le masse sfiorano i 500 miliardi di dollari a livello mondiale. Gli Usa sono il mercato più maturo, ma l’Europa avanza. Morningstar ha fotografato cosa è cambiato nell’ultimo anno.

Sara Silano 05/10/2015 | 10:58

Gli Etp (Exchange traded product) strategic beta conquistano gli investitori a livello globale. Secondo l’ultimo rapporto di Morningstar sul settore (il primo era stato compilato un anno fa), il patrimonio gestito è passato da 396 a 497 miliardi di dollari tra giugno 2014 e lo stesso mese del 2015. Sono aumentati anche i prodotti, passati da 678 a 844. In termini di organic growth rate (flussi in percentuale degli asset iniziali), l’incremento è stato del 19,6%. Numeri che fanno di questo segmento uno di quelli a più rapida crescita nell’industria degli indicizzati (gli strumenti strategic beta replicano benchmark che cercano di avere un miglior profilo di rischio o di rendimento rispetto ai tradizionali a capitalizzazione).

Gli Stati Uniti sono il mercato più grande e rappresentano oltre il 90% delle masse totali. L’Europa, che si posiziona al secondo posto, segue con grande distacco (6,5%); presenta però tassi di crescita (organic growth rate) più elevati (+27% contro +23,5%).

I trend globali
Le dinamiche di sviluppo presentano elementi comuni a livello mondiale. I più diffusi sono gli Etf orientati al dividendo, diventati molto popolari in un contesto di bassi tassi di interesse. Altro fattore, è la sempre maggiore complessità degli indici di riferimento. La tendenza è quella di inserire caratteristiche della gestione attiva nei benchmark, con conseguente aumento del lavoro di due-diligence. In prospettiva, gli analisti di Morningstar si attendono una riduzione dei costi dei prodotti, derivante dalla maggiore competizione internazionale. I primi segnali in questa direzione si sono già manifestati; tuttavia è prevista una accelerazione negli anni a venire.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
db x-trackers Equity Low Beta Fctr(DR)1C EUR29,03 EUR0,22
iShares Developed Markets Property Yld EUR19,52 EUR1,58

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies