Bollettino Morningstar N.11 del 31 marzo - 3 aprile 2015

In sintesi le novità nell'industria del risparmio.

Azzurra Zaglio 30/03/2015 | 17:31

Nominato il nuovo consiglio d'amministrazione di Banca IPIBI Financial Advisory, alla cui guida si conferma Antonio Marangi, Amministratore Delegato. Il board di fresca nomina è ora presenziato dal Prof. Stefano Vinti. Alla Vice Presidenza siede Osvaldo Bosetti. Gli altri componenti del CdA sono Enrico Giuliani, Fabrizio Redaelli, Daniele Loro, Giorgio Calesella, Riccardo Petroni e Fabrizio Cerbioni. Banca IPBI Financial Advisory nasce dall'acquisizione del 58,5% del capitale dell'istituto da parte di Capital Shuttle, società veicolo. La restante quota azionaria della banca si suddivide tra Finnor Srl, società riconducibile a Osvaldo Bosetti con il 9,5%, UBI Fiduciaria - in rappresentanza di alcuni soci privati - con il 9,4%, Antonio Marangi con l’8,3% e Banca Ifigest con il 6,7%. Nei prossimi mesi entrerà nel capitale di IPIBI anche Uniqa Previdenza con una quota del 5,3%.

Sectoral Asset Management lancia un nuovo fondo healthcare Ucits, Variopartner Sicav - Generics. Lo gestirà Stephan Patten, Deputy CIO del gruppo, con l'obiettivo di offrire agli investitori accesso al segmento in continua crescita dei farmaci generici. A gestione attiva, investirà in tutto il mondo costruendo un portafoglio mirato di produttori di farmaci generici e di altri specialty pharmaceuticals e puntando ad accrescere il capitale a lungo termine superiore al benchmark, l'Msci World Pharmaceuticals. 

Dimissioni entro l'anno di Scott Powers dall'incarico di Presidente e Ceo di State Street Global Advisors. Il suo successore sarà Ronald O'Hanley che inizierà ad affiancarlo sin dagli inizi di aprile, così da garantire un graduale trasferimento delle responsabilità. O'Hanley riporterà a Jay Hooley, Presidente e Ceo di State Street, e farà parte del Comitato di gestione della società. O'Hanley porta con sè quasi 30 anni di esperienza manageriale nel settore, di cui l'ultimo incarico è stato quello di President of Asset Management and Corporate Services di Fidelity Investments. Prima, per 13 anni, ha ricoperto diversi ruoli di prestigio a Mellon Bank e Bank of New York Mellon, quali President e Ceo di BNY Mellon AM a Boston, Vice Chairman di Bank of New York Mellon Corporation, nonchè supervisore di tute le attività di Bank of New York Mellon in Asia.

Deutsche Asset & Wealth Management ottiene la licenza tedesca Renminbi Qualified Foreign Institutional Investor (RQFII) e può così richiedere quote di investimento in titoli della Cina continentale. Deutsche AWM gestisce un patrimonio di 4,5 miliardi di euro in fondi con un’esposizione in renminbi. La licenza deriva da un accordo che Germania e Cina firmarono l'anno scorso per stabilire una quota di 80 miliardi renminbi per investire sul mercato interno cinese. Francoforte in questo mondo diventa un hub di riferimento per il trading in valuta cinese (RMB). 

Sul fronte italiano, Deutsche AWM rafforza la sua presenza nominando Roberto Parazzini Responsabile di Deutsche AWM per l’Italia. Già membro del Consiglio di gestione del gruppo e dal 2011 Chief Operating Officer per l'Italia dal 2011, sarà ora Responsabile dell'intera branch italiana e coordinerà le attività di Wealth Management - specializzato nella gestione dei grandi patrimoni; di Asset Management - struttura che offre una gamma completa di prodotti e servizi in asset class di investimenti attivi e passivi; e di Alternative & Real Assets - piattaforma di gestione di investimenti immobiliari. Il suo riferimento sarà Flavio Valeri, Chief Country Officer di Deutsche Bank Italia e Matteo Vaghi, Responsabile di Deutsche AWM per il Sud-Europa.

Franklin Templeton amplia la propria gamma di offerta in Italia per accedere ad alcune della asset class più interessanti sui mercati internazionali. Franklin Asia Credit Fund, Franklin European Income Fund eTempleton ASEAN Fund sono i nomi dei tre nuovi fondi lanciati nella Sicav FTIF (Franklin Templeton Investment Funds), ciascuno con una focalizzazione tematica distintiva. Franklin Asia Credit Fund investe principalmente in obbligazioni emesse o garantite da governi, entità legate a governi, istituzioni finanziarie e società situati, o che conducono attività significative, in paesi asiatici inclusi nel parametro di riferimento JP Morgan Asia Credit Index quali. Franklin European Income Fund investe invece soprattutto in azioni e titoli legati ad azioni, ma anche obbligazioni emessi da governi e società che operano in paesi europei, inclusi gli emerging dell'area.pa. Infine, Templeton ASEAN Fund espone ad azioni e correlati emessi da società di qualunque dimensione il cui core business è situato in paesi membri dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN). Oltre ai tre nuovi prodotti, nella Sicav FTIF vanno ora a confluire anche i quattro fondi Franklin Strategic Balanced Fund, Franklin Strategic Conservative Fund, Franklin Strategic Dynamic Fund e Franklin Equity Selection Fund che precedentemente appartenevano alla Sicav Franklin Templeton Strategic Allocation Funds (FTSAF).

Accordo raggiunto tra Union Bancaire Privéé e The Royal Bank of Scotland per l'acquisizione dell'attività internazionale di private banking e wealth management di quest'ultima, sinora sotto il brand Coutts. La cessione a UBP delle attività gestite in Svizzera, Monaco, Medio Oriente, Singapore e Hong Kong per un capitale in gestione di 30 miliardi di franchi svizzeri deriva dalla decisione di RBS di focalizzarsi solo sul Regno Unito. Per UBP significa proseguire nel piano di crescita e avvalersi dei nuovi team di Coutts di gestione patrimoniale.

Consolidamento per Advam Partners SGR. L'intermediario ha rafforzato la propria struttura manageriale con l'ingresso di nuovi manager in posizioni strategiche. Marco Binda è il nuovo responsabile Area Gestione e sarà anche membro del Comitato di Investimento, con attività di gestione su fondi e portafogli individuali. Nel suo team entra Giuseppe Quadri, in qualità di Fund Manager. Il core business del gruppo si avvale anche delle competenze di Rosalba Nigro, Responsabile dell’area Derivati e Risk Advisory e di Giancarlo Campagnani, Responsabile dell’area Debt Advisory. 

 

La BCC di Busto Garolfo e Buguggiate avvia la seconda tranche di adesioni all’iniziativa “Busta arancione” per i propri soci. Nella sede e nelle sedici filiali della banca i soci potranno chiedere di ricevere il documento certificato dall’Inps per verificare la propria posizione previdenziale. A ricevere il documento certificato contenente i contributi versati, il calcolo del diritto e dell’erogazione della pensione e la quantificazione dell’assegno pensionistico, saranno i primi cento nominativi.  

J.P. Morgan nomina quattro nuove professionisti all’interno del team dedicato all’M&A. Anu Aiyengar e Henry Gosebruch sono i nuovi co-Heads M&A per il Nord America. Dirk Albersmeier e David Lomer sono invece stati nominati co-Heads M&A per l’area EMEA. L'obiettivo è di consentire un miglior allineamento delle risorse a livello regionale rispetto alle esigenze della clientela e di avere un focus sulle attività di M&A crossborder e a livello globale. Anu Aiyengar, senior M&A advisor per le practice Financial Institutions e Consumer/Retail, è entrato in J.P. Morgan come associate nel 1999, lavorando su molte delle operazioni di M&A della banca. Henry Gosebruch, senior M&A advisor per le practice healthcare/biotech, segue molti clienti industriali della banca. Dirk Albersmeier continuerà a guidare anche l’M&A advisory di J.P. Morgan in Germania e Austria, un ruolo che ricopre dal 2005, mentre David Lomer ha recentemente co-condotto il team di tlc, media and technology per l’area EMEA. Ha iniziato la sua carriera nell’M&A nel 1997 e da allora ha sviluppato un notevole bagaglio di expertise e relazioni, specialmente nelle operazioni di M&A nel settore media.

Il bollettino è aggiornato settimanalmente con le novità più importanti dell'industria del risparmio gestito.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Azzurra Zaglio

Azzurra Zaglio  è Redattrice di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar