Stiamo facendo lavori di ordinaria manutenzione del sito, per cui potrebbero esserci momentanei e intermittenti interruzioni nel funzionamento. Ci scusiamo per il disguido e ti ringraziamo per la pazienza.

Tullow Oil conosce il suo mestiere

I deludenti risultati degli ultimi anni hanno fatto scattare un forte sell-off. Ma la compagnia energetica britannica ha le risorse e il know-how per tornare a crescere.

Francesco Lavecchia 07/10/2014 | 11:09
Facebook Twitter LinkedIn

Il mercato è scettico sulle capacità di Tullow di continuare a creare valore e sconta il titolo della oil company inglese del 45% rispetto alla nostra stima di prezzo obiettivo che è pari a 12 sterline  per azione.

Pessimismo ingiustificato
I risultati ottenuti dal gruppo energetico britannico nei primi anni 2000 nelle attività di esplorazione di nuovi siti estrattivi sono stati senza dubbio tra i migliori del settore. Dal 2003 a oggi le sue riserve di greggio sono salite da 18 milioni di barili a 1,4 miliardi di barili, ma gli ultimi cinque anni sono stati deludenti e  il operatori hanno voltato le spalle alla società energetica che ha visto calare la sua capitalizzazione di mercato del 31% dal settembre 2013 (dato al 24 settembre 2014).

“Al momento non condividiamo questa visione pessimistica e crediamo che gli scarsi successi ottenuti di recente non compromettano le prospettive future di Tullow”, dice Stephen Simko analista azionario di Morningstar. “La realtà è che tutti i progetti di esplorazione hanno un’alta probabilità di fallimento (negli anni più favorevoli la percentuale di successo è solo del 30%). Questo spiega perché i risultati nel breve termine possono essere deludenti. Ma su orizzonti temporali di lungo termine questa volatilità tende a ridursi e Tullow a nostro avviso ha le potenzialità per continuare a creare valore per gli azionisti”.

Le previsioni degli analisti
I risultati del primo semestre della compagnia britannica, annunciati a fine luglio scorso, sono stati in linea con le guidance date in precedenza dal management. Tullow ha annunciato l'intenzione di ridurre la spesa in esplorazioni nel 2015 a 600-800 milioni di dollari (dal precedente miliardo di dollari del triennio 2012-14). Nessun programma di perforazione on-shore o off-shore è stato per ora cancellato e quindi crediamo che questa decisione vada nella direzione di una maggiore disciplina di impiego del capitale. Per i prossimi cinque gli analisti di Morningstar ipotizzano una crescita media del fatturato del 7% e un significativo miglioramento dei margini di profitto che dovrebbe salire dall’attuale 13% al 52% nel 2018.

 

Per leggere l’analisi completa su Tullow Oil clicca qui.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Tullow Oil PLC47,74 GBX0,46

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia