Piazza Affari non viaggia sola

L'andamento macro della Penisola sembra allinearsi ai progressi segnati dalla Borsa. Ma la situazione resta delicata, come dimostra anche il mercato del lavoro. 

Marco Caprotti 22/04/2014 | 15:15
Facebook Twitter LinkedIn

Piazza Affari e la congiuntura italiana provano a viaggiare insieme. L’indice Msci del Belpaese nell’ultimo mese (fino al 17 aprile e calcolato in euro) ha guadagnato il 3,5% portando a +14,7% la performance da inizio anno. Andamenti attribuibili in parte alla fiducia di cui gode l’Europa nel suo complesso, ma anche alle indicazioni che arrivano dalla Penisola. In Italia, infatti, ci sono segnali di una lenta estensione della ripresa. L’andamento della produzione industriale e le inchieste presso le imprese condotte dalla Banca d’Italia indicano che l’attività economica ha continuato a crescere moderatamente nei primi mesi dell’anno. Secondo gli ultimi dati dell’Istat, intanto, la produzione industriale è scesa dello 0,5% congiunturale a febbraio mentre è salita dello 0,4% tendenziale.

Industrie e lavoro
C’è un generale riavvio degli investimenti da parte delle aziende a cui si accompagnano, però, consumi ancora deboli. “I giudizi delle imprese sulle condizioni per investire si sono riportati in linea con quelli precedenti la crisi del debito sovrano”, spiega l’ultimo Bollettino economico redatto da Bankitalia. “Vi sono inoltre segnali di stabilizzazione degli acquisti delle famiglie, con una modesta ripresa delle immatricolazioni di autovetture e con progressi nel clima di fiducia. La spesa per consumi resta tuttavia molto al di sotto del livello del 2007 e risente ancora delle prospettive dell’occupazione”.

Le condizioni sul mercato del lavoro restano difficili. La flessione dell’occupazione si è lievemente attenuata nella seconda metà del 2013 e le ore lavorate per addetto sono aumentate nell'industria, ma il tasso di disoccupazione ha raggiunto in febbraio il 13%. “Qualora la ripresa proseguisse al ritmo moderato attualmente delineato dalla maggior parte delle previsioni, il numero di occupati tornerebbe a crescere solo gradualmente, non prima della fine dell’anno”, spiega il report di Palazzo Koch.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy