L’Eurozona batte l’Europa sulla sostenibilità

I fondi specializzati sulle aziende dall’area hanno un punteggio medio relativo ai fattori ambientali, sociali e di governance più alto di quelli che coprono l’intero universo azionario del Vecchio continente. Ecco perché.

Sara Silano 20/10/2016 | 09:30

Tra i fondi che investono in azioni europee, i più virtuosi sono quelli specializzati sull’Eurozona. Il giudizio medio di “sostenibilità” è di 58,22 punti contro i poco più di 56 punti delle categorie specializzate sulle large cap di tutta Europa.

L’analisi è basata sul Morningstar sustainability score, che viene attribuito considerando il comportamento dei titoli in portafoglio in relazione alle tematiche ambientali, sociali e di governance (ESG). In particolare sono i fattori Environment e Social a fare la differenza rispetto agli azionari Europa, mentre il punteggio sul governo societario è leggermente più basso.

Categorie Azionari Europa per sostenibilità

Controversie, si può fare meglio
Oltre a dare un giudizio sulle singole componenti ESG, Morningstar calcola anche l’indice sulle controversie (entrambi si basano sui dati di Sustainalytics). Quest’ultimo, che tiene traccia degli incidenti in cui può incorrere una società, è di 6,48 punti, contro i 7,16 degli Azionari Europa large cap value e i ben più bassi 4,36 dell’equity Europa large cap growth.

Dunque, se da un lato il punteggio ESG è più alto per i fondi specializzati sui titoli dell’area euro, dall’altro l’indice dei danni che un’azienda può creare all’ambiente o alle comunità locali o le cause legali riducono il distacco rispetto ai comparti che investono sul più ampio universo europeo.

Al top per Sustainability Rating
Morningstar assegna il Sustainability Rating a tutti i fondi che hanno le caratteristiche per ottenerlo (almeno il 50% degli asset coperti dal giudizio di Sustainalytics) all’interno di ciascuna categoria, indipendentemente dal mandato socialmente responsabile. Tra gli Azionari area euro large cap disponibili agli investitori italiani, cinque hanno il massimo della valutazione, di cui due prevedono esplicitamente di inglobare i criteri ESG nel processo di gestione.

Quello con Sustainability score più alto (pari a 62,6) è EdR Euro sustainable growth, che combina un alto punteggio ESG con un basso indice di controversie. All’elevato rating contribuisce soprattutto il pilastro Social, seguito da quello ambientale. Ha cinque globi anche Candriam equities L sustainable Emu, che ha un elevato score ESG, ma è nella media per quanto riguarda le controversie. Non hanno un mandato sostenibile, Ubam Actions euro rendement e Axa WF Framlington Eurozone, che tuttavia sono tra i migliori della categoria dal punto di vista della “sostenibilità” del portafoglio.

Fondi azionari area euro sostenibili

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo
Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
AXA WF Frm Eurozone A-C EUR236,56 EUR-0,77
Candriam Eqs L Sust EMU C Acc  -
EdR Euro Sustainable Growth A379,43 EUR-0,49
UBAM Actions Euro Rendement AC  -
Info autore Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia