Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Fondi a confronto: investire in azioni italiane

Partendo dalle ricerche di Morningstar, siamo andati ad approfondire i fondi di Pioneer ed Ersel. 

Dario Portioli, CFA 28/12/2012 | 00:01
Facebook Twitter LinkedIn

Dopo un biennio di risultati modesti, le azioni italiane tornano a crescere con rendimenti a due cifre. Da inizio anno al 19 dicembre 2012 (data in cui questo articolo è stato preparato), l’indice Ftse Italia All Share ha reso il 13,27%. Secondo numerosi analisti e gestori, il futuro può continuare a essere roseo per chi investe a Piazza Affari, a condizione che il processo di integrazione europea prosegua, l’incertezza politica in Italia si risolva e il consolidamento dei conti pubblici vada avanti. Con queste importanti premesse, partendo dalle ricerche del team di analisti di Morningstar, siamo andati ad approfondire le caratteristiche di alcuni fondi specializzati in azioni italiane.

Pioneer Italian Equity
Morningstar Analyst Rating: Neutral

A fine novembre 2012, nei primi 11 mesi dell'anno che abbiamo osservato, il rendimento del fondo (11,4%) si colloca nel secondo quartile della categoria Morningstar Azionari Italia, superando la media di circa 100 punti base. Le scelte prudenti sulle banche italiane nel primo semestre e gli investimenti in società industriali hanno contribuito positivamente. Questo progresso, però, non ha ancora del tutto colmato il gap accumulato in precedenza dal fondo. Da marzo 2008 (ovvero da quando l'attuale gestore è responsabile) fino a novembre 2012, il rendimento annualizzato è stato del -10,08%, contro una media di categoria del -8,14%. E' opportuno riconoscere, però, che anche il rischio è stato inferiore, come ad esempio dimostra la deviazione standard a tre e cinque anni. Il risultato è una performance media, come indicato anche dal Morningstar Rating di tre stelle.

Dato il processo di investimento seguito, che non trascura la composizione del benchmark (Comit Globale R 10/40) ai fini della costruzione del portafoglio, difficilmente si registrano differenze estreme rispetto alla media. Il fondo è gestito da Roberto Campani, che ne è il responsabile unico a partire da marzo 2008. Il processo seguito per la selezione dei titoli, basato sull'analisi dei fondamentali, ci appare robusto e può trarre dei benefici dalla lunga esperienza del gestore e del team.

Fondersel Pmi
Morningstar Analyst Rating: Bronze

Sulla scia di alcune modifiche apportate al posizionamento di portafoglio, nel 2012 il fondo registra risultati apprezzabili. Rispetto al benchmark (Ftse Italia Mid Cap), l'extra rendimento realizzato tra gennaio e novembre 2012 è stato dell’11,27%. Il maggior contributo a questo eccellente risultato va ricercato nelle scelte del gestore, Marco Nascimbene, sul settore finanziario. In particolare, dopo un 2011 caratterizzato da un atteggiamento piuttosto prudente su questo settore, più di recente Nascimbene ha individuato un buon numero di opportunità a valutazioni competitive; tra queste, Vittoria Assicurazioni, Banca Generali e Milano Assicurazioni. Nello stesso periodo, il gestore è tornato più cauto sulle prospettive di alcuni industriali, i cui pesi in portafoglio sono stati ridotti in quanto già premiati dal mercato nei mesi passati.

La qualità di questo fondo, comunque, va oltre le buone performance realizzate su diversi orizzonti di tempo. Riteniamo, infatti, che i sottoscrittori possano contare su un team di gestione molto abile ed esperto, che si avvale di un'efficace strategia di investimento. Resta da migliorare, a nostro avviso, la definizione delle commissioni di incentivo, con l'inserimento di un meccanismo di high-water mark. Su queste basi, il nostro rating è “Bronze”.

 

Per consultare l’elenco completo delle ricerche sui fondi e dei Morningstar Analyst Rating, clicca qui.

Per approfondimenti, visita il sito www.morningstar.it.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Dario Portioli, CFA

Dario Portioli, CFA  è Senior Fund Analyst di Morningstar in Italia.