Un occhio in casa e l'altro ai vicini

Cosa pensano gli investitori tedeschi della loro economia e delle sue prospettive? E gli spagnoli, gli italiani e dei paesi nordici? Quali sono le opportunità di investimento? Rispondono i giornalisti degli uffici Morningstar sparsi in Europa. 

Holly Cook 15/11/2012 | 15:28
Facebook Twitter LinkedIn

Quando si tratta di investire a livello internazionale la conoscenza dei mercati locali diventa un elemento chiave per prendere decisioni ragionate. Gli articoli dei giornali possono dare le notizie, ma non è consigliabile impostare delle strategie basandosi sui quotidiani. Per avere una visione precisa sugli eventi locali dell’Europa abbiamo parlato con i giornalisti e gli analisti dei nostri uffici sparsi nel Vecchio continente. Non solo per avere le previsioni sugli sviluppi macro, ma anche per capire quali aspettative hanno gli investitori dei diversi paesi.

La buona notizia
La salute della regione è il risultato della somma di situazioni molto diverse da stato a stato. La Germania, per esempio, è stata a lungo la prima forza economica dell’area, ma anche lei sta soffrendo a causa del clima che si respira in questo periodo. “La Germania viene vista come un porto sicuro dagli investitori in equity e in bond, ma la sua forza, con il passare del tempo si affievolirà”, spiega Ali Masarwah, caporedattore di Morningstar in Germania. “Il governo tedesco, ovviamente, tende ad avere una visione più ottimistica delle cose rispetto agli economisti. Tuttavia, anche le previsioni ufficiali di Berlino ora parlano di una crescita per il 2012 che non supererà lo 0,8%”.

Fino a poco tempo fa l’esecutivo aveva agganciato le sue speranze a un miglioramento dell’1,6% nel 2013, mentre ora si parla di un +1%. “Probabilmente la Germania non sarà risparmiata dalla recessione dell’Eurozona, anche se la situazione è certamente migliore rispetto ad altri paesi della regione”, dice ancora Masarwah. In base ai dati della Commissione europea l’area euro quest’anno registrerà una contrazione dello 0,4% per poi cercare la strada della crescita (+0,1% nel 2013).

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Holly Cook

Holly Cook  is Manager, Morningstar EMEA Websites

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies