Leonardo, Pirelli e STM tra i big che il 24 giugno staccano il dividendo

Sette blue chip di Piazza Affari staccheranno la cedola lunedì e in molti casi il dividend yield batte il BTP.

Fabrizio Guidoni 21/06/2024 | 00:40
Facebook Twitter LinkedIn

Facciata Borsa Italiana

 

Confermandosi uno dei mercati azionari più generosi per gli investitori, a giugno Piazza Affari regala un nuovo giro di dividendi. L’evento è segnato in agenda per lunedì 24 giugno. Certo, non si tratta di un giorno denso di dividendi come lo scorso appuntamento di maggio. In ogni caso, è un giorno che offre soddisfazioni agli azionisti di sette blue chip, più per quelli di altrettanti titoli di media o piccola capitalizzazione.

Il dividend yield batte il BTP

Quello coi dividendi è un appuntamento molto atteso dagli investitori sia istituzionali sia privati con investimenti sui titoli azionari delle aziende protagoniste del dividend day di giugno. Anche perché Borsa Italiana è riconosciuta come un mercato con un buon rendimento medio da dividendo tra le borse dei paesi più avanzati del pianeta.

Secondo Websim che in una nota del 18 giugno rilancia i calcoli di Bloomberg, “il dividendo medio riconosciuto dall'insieme dei titoli del FTSEMIB nell'arco del 2024 è intorno al 4,75%, superiore al ritorno riconosciuto dal BTP decennale, ad oggi 3,92%”.

Nel gruppo delle blue chip che staccano il dividendo lunedì 24 giugno ci sono tre titoli che premiano gli azionisti con il dividendo annuale, tre che remunerano gli investitori con il saldo che completa gli acconti dividendi già pagati nei mesi passati e un titolo che paga la quota trimestrale del dividendo annuale.

Hera HER

Tra i titoli che distribuiscono tutta la quota annuale degli utili 2023 destinata ai soci spicca Hera. La multiutility emiliana-romagnola stacca 0,14 euro che corrisponde a un rendimento del 4,25%.

Leonardo LDO

Metriche-chiave di Morningstar

 

Anche Leonardo, il peso massimo italiano del settore difesa, remunera gli azionisti col dividendo annuale. Tuttavia si tratta di un rendimento contenuto. Il peso massimo italiano del settore difesa stacca 0,28 euro per un dividend yield di appena l’1,22%.

Pirelli PIRC

Significativo di contro il rendimento da dividendo annuale di Pirelli, il gigante mondiale degli pneumatici, che è del 3,35% in virtù dei 0,198 euro distribuiti a giugno.

Poste italiane PST

Per Poste Italiane, a fine maggio l’assemblea degli azionisti aveva approvato la distribuzione di un dividendo complessivo per l'intero esercizio 2023 pari a 0,80 euro per azione deliberando la distribuzione il 24 giugno di 0,563 euro per azione quale saldo del dividendo tenuto conto dell'acconto di 0,237 euro per azione già pagato nel mese di novembre 2023. Il dividend yield annuale vale quindi un ottimo 6,33%.

Snam SRG

Metriche-chiave di Morningstar

 

Ancora meglio fa Snam, con un dividendo a 0,1128 euro a giugno che rappresenta un saldo dividendo da aggiungere agli 0,1128 euro giè distribuiti a gennaio 2024 a titolo di acconto.  Nel complesso, sul dividendo totale di 0,282 euro relativo all’intero bilancio 2023 Snam arriva addirittura a offrire un rendimento del 6,47%.

Terna TRN

Come Poste Italiane e Snam, anche Terna a prima vista fornisce nel dividend day del 24  giugno un rendimento limitato, meno del 3%. Ma attenzione. Come anticipato, non si tratta del pagamento dell’intero dividendo dell’anno 2023 ma solo del saldo. Infatti, su proposta del consiglio di amministrazione nell’assemblea del 10 maggio è stato approvato un dividendo per l’intero esercizio 2023 pari a 0,3396 euro per azione, che corrisponde a un aumento del +8% rispetto al 2022. Solo che questo ha avuto come conseguenza il via libera alla distribuzione del dividendo di 0,2250 euro per azione ora a giugno come saldo dell’acconto sul dividendo di 0,1146 euro già pagato il 22 novembre 2023. Il saldo del dividendo verrà messo in pagamento a decorrere dal 26 giugno 2024 con “data stacco” coincidente con il 24 giugno. Ecco perché se a prima vista il dividendo staccato lunedì 24 giugno sembra rendere meno del 3%, in realtà il dividend yield annuale di Terna è del 4,44%, che è anche questo come Poste Italiane e Snam superiore a livello lordo a quello del Btp decennale.

STMicroelectronics STMMI

Metriche-chiave di Morningstar

La settima blue chip a pagare il dividendo lunedì 24 giugno è STMicroelectronics. Attenzione però. Non si tratta del dividendo annuale, né del suo saldo. Si tratta del suo classico dividendo trimestrale, per di più pagato in dollari. Stacca infatti un dividendo da 0,09 dollari mentre il dividend yield annuale è dello 0,55%.

Gli altri titoli che staccano il dividendo il 24 giugno

Oltre alle sette blue chip menzionate, ci sono altrettante società a media e piccola capitalizzazione che staccano il dividendo lunedì 24 giugno. I loro nomi coi rispettivi dividendi in pagamento sono: Acea (0,88 euro), Carel Industries (0,19 euro), Digitouch (0,025 euro), Ferretti (0,097 euro), OVS (0,07 euro), Powersoft (0,85 euro), Tamburi (0,15 euro).

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Hera SpA3,36 EUR-0,53
Leonardo SpA Az nom Post raggruppamento22,87 EUR0,97Rating
Pirelli & C SpA Ordinary Shares5,75 EUR1,55
Poste Italiane SpA12,14 EUR0,17
Snam SpA4,36 EUR-0,30Rating
STMicroelectronics NV37,45 EUR-1,80
Terna SpA7,47 EUR0,08

Info autore

Fabrizio Guidoni  collabora con Morningstar come data journalist. Ha una lunga esperienza sul mercato azionario italiano e sulla finanza sostenibile.

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures