Mps vola ancora; banche si preparano a calo tassi

Il titolo della banca italiana raggiunge i massimi da un anno.

Alliance News 14/11/2023 | 13:55
Facebook Twitter LinkedIn

mps

Montepaschi sfonda quota EUR3 e raggiunge i massimi da un anno, con il Tesoro che a questo punto valuta sempre più da vicino la cessione di una quota del 15%. Ma sono tutte le banche, trainate dai tassi alti, a fare festa in Piazza Affari, doppiando quasi l'indice generale.

Dopo aver guadagnato ieri l'8,6%, il titolo di Rocca Salimbeni a metà giornata sale di un altro 3,9% a EUR3. Un valore mai toccato da 13 mesi a questa parte, dopo l'ultima ricapitalizzazione da EUR2,5 miliardi. La capitalizzazione di mercato risale a EUR3,8 miliardi e questo significa che il 64% in mano al Tesoro italiano potrebbe valere circa EUR2,4 miliardi.

La quota pubblica è costata negli anni oltre EUR5,5 miliardi, ma per tutti gli osservatori siamo finalmente a un punto di svolta nel lungo risanamento iniziato otto anni fa. E a questo punto, dopo che in un anno il valore di Mps è aumentato del 67% e la banca è tornata a produrre utili (quest'anno sono previsti oltre EUR1,1 miliardi) il governo può privatizzare senza l'acqua alla gola e rispettare l'impegno preso con Bruxelles, che fissa una scadenza per l'estate del 2024.

Visto che al momento nessun grande istituto italiano sembra interessato a rilevare tutto il pacchetto azionario di Mps controllato da Via XX Settembre, si pensa di cominciare con la vendita sul mercato del 15%, che sarebbe già un primo segnale importante anche per l'Europa.

Ovviamente si tratta di evitare che la quota da mettere sul mercato deprima il titolo, ma anche di fare una valutazione tutta politica che spetta solo al governo di Giorgia Meloni. Ovvero, decidere se la banca senese e gli impegni presi con l'Ue possano essere l'occasione anche per dare vita al famoso terzo polo bancario.

Di sicuro, il momento per l'intero comparto creditizio è ottimo, i prezzi delle banche sul mercato sono elevati e non ci sono emergenze od occasioni particolari. Bce ha fatto capire che i tassi inizieranno a scendere non prima del secondo semestre 2024 e i bilanci delle banche stanno scoppiando di utili, in gran parte grazie al margine d'interesse. Il tutto dopo esser riuscite anche a convincere il governo a rimangiarsi la tassazione degli extraprofitti bancari.

Insomma, non è il clima tipicamente propizio per fusioni e acquisizioni, come dimostra anche la corsa al riacquisto di azioni proprie. Ed è anche per questo che il Tesoro pensa alla vendita in tranche.

Nell'ultimo anno, l'indice Ftse Italia Banche è salito del 44,5% (oggi un altro 1%), contro il +18,7% dell'indice Ftse Mib. E negli ultimi giorni a dare vigore agli acquisti sui titoli bancari c'è anche una ridiscesa dello spread con la Germania sotto quota 180 punti.

"Il fatto che la BCE abbia fatto capire tempi e direzione della politica monetaria", osserva un banchiere milanese, "offre alle banche la possibilità di riequilibrare il proprio conto economico nei mesi a venire, senza ansia".

Il punto è che non solo bisogna affrontare il calo dei mutui e dei prestiti, la difficoltà della domanda interna e, forse, anche qualche problema di ciclo economico per le imprese manifatturiere, ma in prospettiva la pioggia di milioni del margine d'intermediazione è destinata a calare. Per questo motivo, un po' tutte le banche si stanno concentrando sulla riduzione dei costi propri e sulle commissioni, oltre che sulla gestione del risparmio.

Di Francesco Bonazzi, Alliance News columnist

Copyright 2023 Alliance News IS Italian Service Ltd. Tutti i diritti riservati

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Banca Monte dei Paschi di Siena4,93 EUR2,30

Info autore

Alliance News  fornisce a Morningstar notizie aggiornate sui mercati finanziari e l'economia.

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures