Apple: atteso un avvio in Borsa al ribasso dopo la trimestrale

Nelle contrattazioni pre-market il titolo perde il 3% a causa delle guidance per il prossimo trimestre inferiori alle attese. Tuttavia, l’azienda ha migliorato la profittabilità e ha mostrato una solida vendita di iPhone. Il fair value Morningstar è confermato a quota 150 dollari.

Brian Colello, CPA 03/11/2023 | 11:26
Facebook Twitter LinkedIn

apple

Metriche-chiave di Morningstar per Apple

- Fair value: 150 USD
- Morningstar rating: 2 Stelle
- Economic moat: Ampio
- Uncertainty rating: Alto

 

Il titolo Apple è in ribasso di circa il 3% nelle contrattazioni pre-market di Wall Street, dopo aver annunciato le guidance per il prossimo trimestre inferiori alle attese.

Manteniamo la nostra stima del fair value a quota 150 dollari e consideriamo le azioni del gruppo statunitense moderatamente sopravvalutate, in quanto non prevediamo una crescita massiccia delle vendite negli anni a venire. 

 

 

I ricavi riportati nel quarto trimestre sono stati pari a 89,5 miliardi di dollari, in calo dell’1% su base annua, ma in crescita del 9% rispetto allo scorso quarter. Le vendite di iPhone hanno raggiunto i 43,8 miliardi, in linea con le nostre aspettative. Questo dato ci fa pensare che la domanda per il modello iPhone 15 sarà alta quest’anno, nonostante il contesto macroeconomico instabile.

Le entrate del segmento servizi hanno raggiunto 22,3 miliardi, in crescita del 16% su base annua, grazie alla continua acquisizione di abbonati paganti e alla maggiore capacità dell’azienda di monetizzare i vantaggi dell'ecosistema iOS vendendo più app e servizi ai propri clienti.

Il gross margin ha raggiunto il livello record di 45,2%, superiore alle previsioni, per effetto del minor costo di alcuni componenti e dei vantaggi ottenuti dall’implementazione dei suoi processori interni su iPhone, iPad e, più recentemente, anche sui Mac.

Le previsioni per il prossimo trimestre

La guidance dell’azienda per il prossimo trimestre indicano ricavi piatti (anno su anno). Le vendite di iPad e dispositivi indossabili dovrebbero diminuire in modo significativo a causa dell’allungamento delle tempistiche nel lancio dei nuovi prodotti. Le entrate relative all'iPhone dovrebbero aumentare leggermente, le vendite di Mac dovrebbero essere buone, mentre il segmento servizi dovrebbe registrare una forte crescita.

Il gross margin è previsto nella forchetta tra il 45% e il 46%. Questo dato è entusiasmante, anche se lo attribuiamo in larga parte al favorevole mix di prodotti e a una percentuale inferiore di vendite di iPad e dispositivi indossabili, che garantiscono dei margini di profitto inferiori. Nel complesso, rimaniamo colpiti dalla capacità di innovare di Apple e in particolare dal lancio di Vision Pro (un visore per la realtà mista).

Siamo soddisfatti nel vedere quanto sia resiliente la domanda di iPhone. Dato il contesto macroeconomico sfavorevole, non saremmo stati stupiti se le guidance relative alle vendite del prodotto fossero state più basse.

Nel trimestre conclusosi a settembre, Apple ha fatto segnare il record dei ricavi in India (sia in totale che per l’iPhone), il che è un incoraggiante segnale per le aspirazioni dell’azienda di acquisire un numero maggiori di utenti nel paese. Apple ha anche stabilito un nuovo record di vendite di iPhone in Cina. Riteniamo che il nuovo Mate 60 di Huawei Pro sia uno smartphone che potrebbe sottrarre delle quote di mercato ad Apple nella regione, anche se non in modo significativo. Apple è stata una delle maggiori beneficiarie, in termini di quote di mercato, delle restrizioni imposte dagli Stati Uniti a Huawei, che hanno colpito duramente i suoi sforzi nel settore dei cellulari, per questo motivo non saremmo sorpresi se Apple cedesse ora una parte delle quote guadagnate in questo periodo. Tuttavia, riteniamo che le guidance di Apple implichino che il danno prodotto dal lancio del nuovo modello Huawei, in termini di fatturato, sarà minimo.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Apple Inc179,66 USD-0,60Rating

Info autore

Brian Colello, CPA  Senior Equity Analyst di Morningstar

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures