Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

L’industria finanziaria inglese rende omaggio alla Regina Elisabetta

Sono molte le società finanziarie che hanno espresso le condoglianze alla Famiglia Reale per la morte della "amata" sovrana.

Ollie Smith 09/09/2022 | 16:57
Facebook Twitter LinkedIn

The Queen in Canada, 1976

Le maggiori società di servizi finanziari del Regno Unito hanno reso omaggio a Sua Maestà la Regina Elisabetta II, all'indomani della conferma ufficiale della sua scomparsa da parte di Buckingham Palace.

La monarca più longeva del mondo è morta l’8 settembre nella sua residenza scozzese di Balmoral. I mercati hanno aperto il giorno successivo, anche se non c'è dubbio che un'atmosfera cupa sia scesa sulla City di Londra.

In un comunicato, Barclays Bank ha dichiarato che la Regina è stata una “figura straordinaria, molto amata e molto rispettata”, aggiungendo di aver “espresso le nostre più sentite condoglianze alla Famiglia Reale in questo momento estremamente triste”.

Anche il colosso bancario Lloyds Banking Group ha messo in home page sul suo sito web una immagine della Regina e ha dichiarato online di essersi unito al lutto nazionale per la sua morte con "grande tristezza".

Coutts, che annoverava la Regina tra i suoi famosi clienti del private banking, ha dichiarato di aver predisposto un libro di condoglianze che clienti e dipendenti potranno firmare in omaggio a Sua Maestà.

“Coutts è da sempre legata alla Famiglia Reale e abbiamo avuto il privilegio che Sua Maestà la Regina inaugurasse ufficialmente il nostro edificio al 440 di Strand Street nel 1978 e di nuovo nel 2016”, ha dichiarato il presidente, Lord Waldegrave.

“In segno di rispetto, le bandiere della Coutts sono state tolte e la bandiera del Regno Unito sventola a mezz'asta. Allestiremo un libro di condoglianze, dove clienti e dipendenti saranno incoraggiati a scrivere i loro messaggi”.

Nel settore assicurativo, Legal & General, società quotata in Borsa, ha abbandonato il suo iconico logo dell'ombrello multicolore per sostituirlo con la sagoma di un ombrello chiuso.

Hargreaves Lansdown, altra società finanziaria inglese, ha sospeso tutte le operazioni sui social media, dichiarando solo di essere “profondamente rattristata” per la scomparsa della Regina.

Nel settore dell’asset management, poche società hanno scelto di rilasciare dichiarazioni, anche se una, Blackfinch Group, ha pubblicato un tributo da parte del suo amministratore delegato, Richard Cook.

“Siamo profondamente addolorati per la scomparsa di Sua Maestà la Regina Elisabetta II", ha dichiarato.

“Come monarca negli ultimi 70 anni, il suo impegno verso la corona e i suoi doveri hanno richiesto di adattarsi costantemente in periodi di grandi cambiamenti politici, tecnologici e sociali”.

“Ci uniamo al Paese nel piangere la sua grande leadership e i nostri pensieri sono rivolti alla sua famiglia in questo momento”.

Intanto, la Banca d’Inghilterra ha deciso di posticipare il meeting, da cui molti attendono un rialzo dei tassi, al 22 settembre. La sede di Threadneedle Street ha le bandiere a mezz’asta in segno di lutto.

Il governatore della BoE, Andrew Bailey, ha dichiarato:

“È con profonda tristezza che ho appreso della morte di Sua Maestà la Regina. A nome di tutti i membri della Banca desidero porgere le mie più sentite condoglianze alla Famiglia Reale. Per la maggior parte di noi è l'unico capo di Stato che abbiamo mai conosciuto e sarà ricordata come una figura ispiratrice per il nostro Paese e per il Commonwealth”.

Sua Maestà la Regina Elisabetta, 1926-2022

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Ollie Smith  è editor di Morningstar UK