Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Debito, ogni mezzo punto di rendimento ci costa oltre due miliardi all’anno

Secondo l’ultimo bollettino pubblicato da Maurizio Mazziero, il debito pubblico italiano è cresciuto di 105 miliardi nel 2021. Grazie alla crescita economica dell’anno passato, però, il rapporto col Pil scende di oltre 5 punti arrivando al 149,5%. PNRR occasione unica per rinnovare il Paese. 

Valerio Baselli 23/02/2022 | 09:46
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

Una delle conseguenze della pandemia è stata l’esplosione del debito pubblico, ovviamente non solo in Italia. Qual è stata l’evoluzione nel Belpaese negli ultimi due anni? E come abbiamo chiuso il 2021 da questo punto di vista?

Come potrebbero incidere i finanziamenti del Recovery Plan nell’ambito del PNRR sul livello d’indebitamento italiano? Sappiamo che una parte di questi finanziamenti sono a fondo perduto, un’altra parte dovrà invece essere rimborsata. Sappiamo anche che degli investimenti che funzionano spingono la crescita, il che dovrebbe far diminuire il debito. Cosa ci dobbiamo aspettare per i prossimi anni?

Il QE non poteva essere eterno, lo sapevamo, ora però dobbiamo anche fare i conti con una violenta impennata dei prezzi che un po’ cambia le carte in tavola. Quali potrebbero essere le principali ripercussioni sulla crescita e sul debito pubblico italiano di fronte a un’inflazione elevata e una banca centrale europea meno presente?

Ne abbiamo parlato con Maurizio Mazziero, analita finanziario e fondatore della Mazziero Research.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.