Promossi e bocciati negli Usa

Dopo i risultati della Borsa americana dello scorso gennaio c’è stato il miglioramento del rating di molte aziende. Ma ci sono stati anche dei downgrade.

Francesco Lavecchia 08/02/2022 | 15:33
Facebook Twitter LinkedIn

usa

I promossi

T. Rowe Price Group
Le azioni T. Rowe Price hanno ceduto il 20% nel mese di gennaio e ora sono scambiate a un tasso di sconto di oltre il 20% rispetto al fair value di 195 dollari (report aggiornato al 28 gennaio 2022).

I principali fattori distintivi del gruppo, secondo gli analisti di Morningstar, sono le dimensioni delle sue operazioni, la forza del marchio, il track record delle gestioni attive e un profilo commissionale vantaggioso. Inoltre, T. Rowe Price è tra le società meglio posizionate per guadagnare quote di mercato nel segmento retail in virtù di un’offerta che si caratterizza per le ottime performance e i bassi costi.

ServiceNow
ServiceNow, società leader nel segmento delle soluzioni software per l’automazione dei processi aziendali, ha tratto enorme vantaggio dalla forte domanda prodotta dalla diffusione del Coronavirus che ha costretto molte realtà imprenditoriali a adottare dei sistemi che permettessero di gestire delle operazioni da remoto. Questo trend, dicono gli analisti, è destinato a rafforzarsi nei prossimi anni in seguito all’incremento degli investimenti delle aziende nella trasformazione digitale. Inoltre, ServiceNow riesce a coniugare una grossa crescita dei ricavi con margini di profitto robusti e in espansione. Nell’ultimo mese il titolo ha perso l’8,4% e ora è scontato del 20% rispetto al fair value di 700 dollari (report aggiornato al 31 gennaio 2022).

eBay
eBay è uno dei più grandi operatori al mondo nel settore dell’e-commerce grazie a un volume di merci vendute di circa 85 miliardi di dollari e una rete che unisce più di 154 milioni di acquirenti e 19 milioni di venditori in quasi 190 mercati a livello globale. L’azienda genera il 44% del suo giro d’affari negli Stati Uniti e il restante 56% nel resto del mondo. Gli analisti di Morningstar riconoscono ad eBay un Moat nella misura di Medio per via dell’effetto network prodotto dalla sua rete commerciale che le permette di guadagnare non solo dalle commissioni ma anche dalla pubblicità. Il titolo ha ceduto lo scorso mese oltre l’8% e ora è scambiato a un tasso di sconto del 20% rispetto al fair value di 72 dollari (report aggiornato al 29 ottobre 2021). 

 

I downgrade da 4 a 3 stelle 

Lockheed Martin
Dopo il +11% registrato nel mese di gennaio (in euro) il rapporto Prezzo/Fair value di Lockheed Martin (LMT) è salito a 0,93 producendo il downgrade del rating da quattro a tre stelle (report aggiornato al 1° febbraio 2022). LMT è il più grande appaltatore al mondo nel settore della difesa. Gli analisti riconoscono all’azienda una posizione di vantaggio competitivo per via della struttura dell'industria della difesa, dove le imprese storiche sono le uniche che hanno i mezzi per soddisfare le richieste dei committenti, mentre le principali fonti di crescita saranno la produzione di F-35, il programma Future Vertical Lift e quello di difesa missilistica.

Philip Morris International 
Philip Morris ha guadagnato quasi il 10% il mese scorso e ora le sue azioni sono scambiate a prezzi in linea con il fair value stimato dagli analisti di Morningstar pari a 108 dollari (report aggiornato al 5 novembre 2021). Philip Morris International è leader assoluto nel settore del tabacco grazie a una quota di mercato del 28% (Usa e Cina escluse) ed è in prima posizione nel segmento del tabacco elettronico attraverso la sua linea iQOS. Inoltre, ha un portafoglio brand di altissimo valore che le garantisce margini di profitto superiori alla media.

Fox
Il gruppo Fox è ora costituito dalle attività della Twenty Century Fox non vendute alla Disney (come Fox News, FS1 e FS2, Fox Business, Big Ten Network, 28 emittenti televisive locali) e il suo business è ora centrato sulla trasmissione di eventi live (news e sport). L'azienda possiede una delle quattro principali emittenti nazionali e ha un ampio portafoglio di diritti per la trasmissione di eventi sportivi come la NFL e i mondiali di calcio FIFA. Le quotazioni del titolo sono salite del 10% nel mese di gennaio e ora il Morningstar rating di Fox è sceso da quattro a tre stelle (report aggiornato al 17 gennaio 2022).

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Azioni Analisi e Strategie

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
eBay Inc42,89 USD2,93Rating
Fox Corp Class B30,59 USD3,00Rating
Lockheed Martin Corp433,52 USD0,83
Philip Morris International Inc99,72 USD0,99Rating
ServiceNow Inc484,36 USD1,86Rating
T. Rowe Price Group Inc115,31 USD1,50Rating

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia