Guida al portafoglio azionario Europa

Tre titoli a sconto e altrettanti sopravvalutati dal mercato, in base alle stime degli analisti di Morningstar.

Francesco Lavecchia 17/06/2021 | 08:10
Facebook Twitter LinkedIn

idee di investimento

Figura 1: I titoli sottovalutati dal mercato
idee di investimento

 

Renault
Renault ha guadagnato in Borsa il 30% negli ultimi 12 mesi (all’8 giugno 2021) ma continua a essere scambiata a un tasso di sconto del 60% rispetto al fair value di 84 euro (report aggiornato al 2 maggio 2021).

Il gruppo francese ha stretto partnership importanti con molte altre aziende del settore, come AvtoVAZ, Dacia, Nissan, Mitsubishi e Daimler che le hanno permesso di diventare il terzo produttore di veicoli al mondo dietro Toyota e Volkswagen, di realizzare importanti economie di scala e di differenziare maggiormente la sua esposizione geografica aumentando la sua presenza in mercati in forte crescita come quello cinese e del Sud America.

Dopo il -22% registrato nelle vendite nel 2020, gli analisti si aspettano un progresso medio dei ricavi del 7% nei prossimi cinque anni, per effetto della ripresa del settore e dei benefici prodotti dalla strategia del gruppo, e un costante miglioramento dei margini di profitto.

 

Telefonica
La nuova strategia di Telefonica passa per un riposizionamento del focus del suo business che premierà i mercati dell’America latina a scapito di Spagna, Germania e Regno Unito. Inoltre, prevede la creazione di una divisione dedicata a infrastrutture e tecnologia al fine di perseguire opportunità di crescita al di fuori del tradizionale settore delle telecomunicazioni. Parallelamente a questo, l’azienda sta proseguendo con la sua politica di dismissioni di asset e di investimenti in nuovi servizi, come "Internet delle cose", cloud e sicurezza informatica, che promettono di essere un importante driver della crescita futura. Gli analisti ritengono che Telefonica possa migliorare i margini di profitto grazie alla riduzione dei costi, attraverso la digitalizzazione, nuovi tagli al personale e una riduzione dei costi), anche se il forte livello di indebitamento non consentirà all’azienda di premiare gli azionisti con aumenti della cedola o riacquisto di azioni proprie. Il titolo ha ceduto quasi il 10% nell’ultimo anno e il suo rapporto Prezzo/Fair value è sceso a 0,45 (report aggiornato al 13 maggio 2021).

 

Imperial Brands
Imperial Brands è il quarto produttore al mondo di tabacco. Il titolo ha guadagnato quasi il 20% negli ultimi 12 mesi anche grazie ai positivi dati di bilancio registrati recentemente. Gli analisti sono convinti che per diversi anni i risultati del gruppo siano stati penalizzati da investimenti sbagliati, ma sotto la guida del nuovo Ad l’azienda ha cambiato rotta. La nuova gestione ha studiato un piano strategico quinquennale che concentrerà gli investimenti sia a livello geografico che di categorie di prodotto in quelli che diventeranno i principali driver della crescita futura del gruppo. Le previsioni per i prossimi cinque anni indicano un progresso medio dei ricavi e degli utili rispettivamente dell’1,1% e del 3% (report aggiornato al 19 maggio 2021).

 

Figura 2: I titoli sopravvalutati dal mercato
idee di investimento

 

Hermès International SA
Hermès è uno dei più importanti marchi del lusso a livello globale. Secondo gli analisti il gruppo francese è riuscito a ritagliarsi una nicchia unica all’interno del settore che le garantirà elevati rendimenti del capitale per molti anni, e per questa ragione le riconoscono un Economic moat nella misura di Ampio. Hermes si distingue dalla concorrenza per la sua struttura verticalmente integrata, che va dalla produzione dei materiali alla vendita nei negozi monomarca, e per un forte potere di determinazione del prezzo. La domanda futura dovrebbe essere guidata dalla crescita della ricchezza e della classe media nei paesi emergenti e la Cina rappresenta il mercato principale in ottica di lungo periodo. Il titolo ha guadagnato il 56% negli ultimi 12 mesi (in euro al 9 giugno 2021) facendo salire il rapporto Prezzo/Fair value a 2,53 (report aggiornato al 22 aprile 2021).

 

Zalando
Zalando è la prima piattaforma europea di e-commerce specializzata nel fashion. Gli analisti sono convinti che grazie alla sua popolarità (oltre 35 milioni di utenti attivi e 2.500 marchi presenti, tra cui molti brand del lusso) sarà in grado di sfruttare a proprio vantaggio l’effetto network che si crea dalla condivisione della piattaforma da parte di aziende venditrici e clienti finali. “Nonostante l’attuale livello di redditività non sia tale da far vedere la presenza di un Economic moat, siamo fiduciosi che con la crescita del traffico sul sito web l’azienda sarà in grado di accumulare una mole di dati tale da perfezionare l’analisi sui comportamenti d’acquisto dei clienti e dunque di aumentare i tassi di conversione e di fidelizzazione degli utenti”, dice Jelena Sokolova analista azionaria di Morningstar.

Zalando dovrebbe continuare a beneficiare del crescente peso dell'e-commerce nel mercato del fashion, atteso in ascesa dall’attuale 19% al 45% nei prossimi 10 anni, ma alle attuali quotazioni di mercato è valutata con un rating di una stella (report aggiornato al 16 marzo 2021). 

 

Koninklijke DSM
Koninklijke DSM è un'azienda attiva nei settori delle scienze della vita e dei materiali e più in particolare nell’offerta di integratori alimentari, di prodotti farmaceutici oltre che plastiche e resine. Circa il 55% delle vendite è generato in Europa occidentale, ma l’azienda è anche esposta ai mercati del Nord America e della Cina.

Il gruppo olandese ha recentemente rimodellato il suo portafoglio di attività attraverso numerose cessioni e acquisizioni di asset e il risultato finale è ora una società con un business molto più sbilanciato a favore del segmento nutrizione, a discapito dei prodotti chimici, e dunque meno legato al ciclo economico e con margini più sostenibili. DSM beneficerà dei trend globali della crescente urbanizzazione e dell’aumento della ricchezza, ma al momento il titolo è scambiato a un rapporto Prezzo/Fair value di 1,95 (report aggiornato al 5 maggio 2021).

 

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Visita il nostro sito dedicato ai servizi e alle soluzioni di ricerca e selezione fondi.

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Hermes International SA1.065,00 EUR-0,05Rating
Imperial Brands PLC1.839,50 GBX0,22Rating
Koninklijke DSM NV138,95 EUR-0,04Rating
Renault SA24,15 EUR-0,86Rating
Telefonica SA4,87 EUR0,00Rating
Zalando SE25,16 EUR-3,79

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia