Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

L’Impact Investing non è più di nicchia

Maria Teresa Zappia (BlueOrchard) spiega che l’investimento a impatto è ormai diventato mainstream ed è cambiata anche la platea degli investitori interessati. Le strategie si sono dimostrate resilienti di fronte al Covid e la regolamentazione europea va nella direzione giusta.

Valerio Baselli 01/04/2021 | 08:26
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

Cos’è l’impact investing e come si dinstigue da un investmento generalmente detto ESG?

Com’è cambiato l’investimento a impatto negli ultimi vent’anni?

Lo scoppio della pandemia ha messo in ginocchio l’economia mondiale. I paesi emergenti non sono stati risparmiati, anzi, è vero il contrario. Quali sono state le conseguenze del Covid sulle strategie a impatto?

La regolamentazione europea sta spingendo fortemente l’industria del risparmio gestito verso criteri di sostenibilità. In che modo le novità introdotte dalla SFDR combattono il greenwashing?

Ne abbiamo parlato con Maria Teresa Zappia, vice CEO e responsabile politiche d’impatto di BlueOrchard (gruppo Schroders).

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.