A caccia di Alpha tra le utility

Secondo uno studio di Sustainalytics le trasformazioni in atto all’interno del settore creeranno le condizioni per aggiungere valore in portafoglio attraverso uno giusto stock picking. Terna è fra la società meglio posizionata per fronteggiare le prossime sfide economiche e in tema di sostenibilità.

Francesco Lavecchia 04/06/2020 | 10:15

Anche le utility non sono più quelle di una volta. Fino a poco tempo erano considerate dagli investitori una valida opzione per giocare in difesa poiché la forte regolamentazione del mercato da parte delle autorità garantiva flussi di cassa prevedibili e solidi margini di profitto, e permetteva alle aziende di staccare cedole generose per i loro azionisti. Questo stereotipo, secondo una ricerca di Sustainalytics, sta tuttavia cambiando per effetto di tre driver di lungo periodo: le nuove dinamiche della domanda globale di energia, l’innovazione tecnologica e il cambiamento climatico. “Non tutte le società saranno in grado di superare con successo questa trasformazione, e questo creerà le condizioni per generare alpha in portafoglio attraverso il picking nel settore utility. Tra le società meglio posizionate, tra quelle coperte dalla nostra analisi, troviamo l’italiana Terna Rete Elettrica Nazionale”, dice Doug Morrow, Direttore della ricerca tematica di Sustainalytics.

Le nuove sfide del settore
Relativamente alle dinamiche della domanda globale di energia, i dati dimostrano come la crescita dei consumi nei paesi sviluppati sia piatta, mentre quella dei paesi emergenti continui a salire. E questo a causa del diverso grado di sviluppo delle economie e della maggiore efficienza nell’utilizzo delle risorse da parte delle regioni più progredite. Questo trend avrà forti ripercussioni sulle utility dell’energia e in particolare su quelle che utilizzano fonti fossili per la produzione, per le quali il calo della domanda si tradurrà in una contrazione dei margini di profitto, ma in generale costringerà tutte le società del settore attive nei paesi sviluppati ad innovare la loro offerta di prodotti e servizi.

Le utility, infatti, devono fare i conti anche con il tramonto del modello di business tradizionale, che prevede la produzione di energia su larga scala e la distribuzione diretta ai consumatori. Questo perché lo sviluppo e la diffusione di sistemi fotovoltaici ha permesso ai privati di produrre autonomamente energia e di distribuirla attraverso una rete gestita da terzi e di fatto ha aumentato la concorrenza per le utility che ora hanno la necessità di abbassare i prezzi per essere competitive sul mercato. Per questo motivo molte aziende stanno diversificando la loro offerta inserendo ad esempio servizi per la gestione efficiente dei consumi di energia.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Analisi

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Terna SpA5,92 EUR-2,31

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies