Il Giappone scopre i vantaggi della buona governance

Le imprese del paese, su impulso del governo, hanno iniziato a essere più attente alle esigenze degli investitori e oggi impiegano meglio il capitale. La Borsa va ma è ancora a sconto rispetto al resto del mondo.

Marco Caprotti 23/04/2019 | 15:13

La terza freccia del Giappone scoccata dal premier Shinzo Abe inizia a far sentire i suoi effetti. Si tratta, in sintesi, di un programma di riforme strutturali di lungo periodo (iniziato nel 2015) per consentire un aumento degli investimenti nel settore privato, maggiore competitività e un innalzamento del tasso di popolazione attiva soprattutto con l’inserimento del lavoro femminile. In poche parole: un miglioramento della corporate governance.

La prima freccia prevedeva (e prevede) un’audace politica monetaria espansiva. La seconda consiste in una politica fiscale flessibile (entrambi i punti hanno l’obiettivo di stimolare la crescita attraverso l’aumento della spesa pubblica e dei consumi).

Azionisti più ricchi
Uno dei sistemi per misurare i miglioramenti del Giappone in termini di corporate governance sono i dividendi, un elemento per il quale il Sol levante non ha mai brillato in quanto a generosità. Secondo le ultime elaborazioni basate sul Janus Henderson Global Dividend Index, il paniere che periodicamente fotografa l’andamento delle cedole a livello globale, nel quarter chiuso a settembre 2018 il Giappone attraverso i dividendi ha messo nelle tasche degli azionisti delle sue società il 9% in più rispetto al trimestre precedente.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies