Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Mobius va in pensione

Il guru degli emergenti lascia Franklin Templeton dopo trent’anni. Ma la sua successione è stata ben pianificata dalla società. Restano invariati gli Analyst rating per i fondi coperti dalla ricerca Morningstar.

Sara Silano 17/01/2018 | 12:01
Facebook Twitter LinkedIn

Va in pensione il guru dei mercati emergenti. A fine gennaio, Mark Mobius si ritirerà da Franklin Templeton, dove ricopriva il ruolo di presidente esecutivo del Templeton emerging markets group, dopo trent’anni di attività.

Dover al comando
E’ un addio che la società ha preparato con molta cura, dato che Mobius è stato il più importante investitore nelle aree emergenti dal 1987 ad oggi. Nell’aprile 2016, Franklin Templeton aveva nominato Stephen Dover per sostituirlo come capo degli investimenti del team sugli emerging market e dal 2017 Mobius non era più stato coinvolto nella gestione di queste strategie e si era dedicato all’attività di conferenziere.

Nessun cambio di rating
Gli analisti esprimo un giudizio positivo sulla sua successione. “Abbiamo visto cambiamenti positivi sotto la guida di Dover”, dice David Holder, senior analyst di Morningstar. “Tra questi, c’è un maggior focus sulla gestione dei rischi, una migliore coerenza tra gli strumenti che hanno strategie simili e il rafforzamento del team globale di ricercatori”.

Nel complesso, dunque, gli investitori possono stare tranquilli, nonostante esca di scena il “guru” degli emergenti. “Abbiamo deciso di non toccare l’Analyst rating di alcun fondo specializzato su queste aree, che noi copriamo”, conclude Holder. “Pensiamo che il ritiro di Mobius sia stato ben gestito e non avrà conseguenze rilevanti”.

Per informazioni sul codice etico degli analisti e la metodologia, clicca qui.

Visita il mini-sito Morningstar dedicato a MIFID II.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia