Pir e fondi a cedola protagonisti a maggio

Sono gli strumenti che raccolgono di più in Italia. La maggior parte è stata lanciata nell’ultimo anno. Ecco chi muove l’industria domestica del risparmio gestito. E chi perde quote di mercato.

Sara Silano 28/06/2017 | 14:24
Facebook Twitter LinkedIn

Pir (Piani individuali di risparmio) e strumenti a cedola hanno dominato i flussi verso i fondi domiciliati in Italia a maggio. Secondo i dati Morningstar, sei dei primi 15 prodotti per raccolta nel mese scorso sono conformi alla normativa sui Pir; altri otto prevedono un termine per completare il ciclo di investimento. La quasi totalità è stata lanciata nel corso del 2017.

Ancora bilanciati
Nel complesso i fondi a lungo termine domiciliati in Italia hanno raccolto 1,2 miliardi netti, grazie principalmente agli strumenti bilanciati (+678 milioni) e azionari (272). Gli obbligazionari, invece, hanno registrato riscatti netti per 124 milioni, con un saldo negativo da inizio anno pari a 1,5 miliardi. Il reddito fisso è la componente che più ha pesato sul risultato complessivo dei primi cinque mesi, che comunque è positivo per 812 milioni.

A livello di categorie Morningstar, circa un miliardo netto è fluito verso i bilanciati prudenti in euro. Nella maggior parte dei casi si tratta di fondi Pir, che presentano sia una componente azionaria sia obbligazionaria. Per legge, i Piani di risparmio a lungo termine sono un “contenitore fiscale” (Organismo di investimento collettivo, gestione patrimoniale, contratto di assicurazione, deposito titoli) all’interno del quale è possibile collocare qualsiasi tipologia di strumento finanziario (azioni, obbligazioni, quote di Oicr, contratti derivati) o somma di denaro, rispettando però determinati vincoli nella composizione del patrimonio e nella detenzione.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Amundi Risparmio Italia A5,97 EUR0,13Rating
Anima Crescita Italia F6,49 EUR0,20Rating
Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia L11,34 EUR0,21Rating

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies