Stiamo facendo lavori di ordinaria manutenzione del sito, per cui potrebbero esserci momentanei e intermittenti interruzioni nel funzionamento. Ci scusiamo per il disguido e ti ringraziamo per la pazienza.

Fondi, gennaio a rischio controllato

LA CLASSIFICA. La performance migliore l’ha fatta segnare il segmento dedicato ai metalli preziosi. Il Brasile e l’area Latam in generale hanno dato buone soddisfazioni agli investitori.

Marco Caprotti 08/02/2017 | 14:45
Facebook Twitter LinkedIn

Ormeggiati in un porto sicuro da dove partire per cercare un po’ di rischio. Si può descrivere così il mese di gennaio visto dalla prospettiva dei fondi di investimento raccolti nelle diverse categorie Morningstar.

La migliore, in termini di performance (+9,40% in euro) è stata quella dedicata ai portafogli specializzati sull’equity legato ai metalli preziosi (tipico asset rifugio), un segmento che permette di investire in maniera indiretta principalmente sull’andamento di oro e argento. L’indice Morningstar precious-metals nel primo mese dell’anno è cresciuto dell’8,98%. 

A livello di fondi di investimento, uno di quelli che si è fatto notare di più nel periodo è stato BGF World Gold C2 (rating: 4 stelle. Analyst rating: Gold) che ha guadagnato il 7,89%. Il portafoglio comprende tre segmenti: grandi partecipazioni (5%-10% del portafoglio), con buona liquidità e che il team ritiene molto convincenti, posizioni su aziende mid cap che hanno un numero di attività limitato, piccole posizioni su titoli meno liquidi”, spiega un report firmato da Fatima Khizou, Fund analyst di Morningstar. “Il team ha la facoltà di investire in metalli preziosi diversi. Di solito ha circa il 75-80% in titoli legati all'oro”.

Brasile
Fra le categorie rilevanti per il mercato italiano, la seconda posizione se l’è aggiudicata quella dedicata al Brasile (+8,4%).  Nello stesso periodo l’indice Morningstar dedicato al paese sudamericano è salito del 10%. Fra i fondi di investimento specializzati sull’area, uno di quelli con il rating più alto è Bradesco Global Brazilian Equities M&S Cap R EUR (5 stelle Morningstar) che, il mese scorso, ha avuto una performance del +10,5%. Il gestore, in base ai dati di fine gennaio, ha investito principalmente in aziende dell’universo mid cap, diversificando fra value, blend e growth. In termini settoriali, il sovrappeso maggiore è stato dato ai beni di consumo ciclici e alle utility.

Latam
A dare soddisfazione agli investitori è stata l’America latina nel suo complesso. La categoria dedicata agli strumenti specializzati sulla regione a gennaio ha guadagnato il 4,7%. Un andamento sostanzialmente in linea con quello dell’indice Morningstar sulla regione emergente. Tra fondi di investimento, quello con i giudizi più alti è Aberdeen Global Latin America Equity S2 che unisce quattro stelle a un Analyst rating pari a Bronze. Nel primo mese del 2017 ha guadagnato il 4,4%.  “Le società in portafoglio sono considerate interessanti, dal punto di vista delle valutazioni, se trattano a prezzi inferiori rispetto ad aziende simili”, spiega Lena Tsymbaluk, fund analyst di Morningstar. “Il focus sulla qualità e sui prezzi fa sì che team di gestione non insegua le imprese del comparto growth o il momentum del mercato. I manager sono disposti anche ad andare controcorrente e fare acquisti in settori e aziende che altri lasciano da parte. Quando il team trova società che gli piacciono, le tiene in portafoglio fino a quando non ci sono cambiamenti sostanziali nei fondamentali. Questo approccio di lungo termine porta a un basso turnover dei titoli”. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.