Telefonici a sconto

Il settore telecom è tra i più convenienti, ma anche tra gli industriali ci sono segmenti scambiati a prezzi vantaggiosi rispetto al fair value. Ecco dove cercare le occasioni migliori.

Francesco Lavecchia 07/02/2017 | 14:50
Facebook Twitter LinkedIn

Le opportunità passano dal telefono. Il settore telecom ha guadagnato il 7% negli ultimi tre mesi (rendimento dell’indice Msci ACWI/Telecom Services PR in euro al 6 febbraio 2017), ma resta uno dei più convenienti grazie a un rapporto medio Prezzo/Fair value pari a 0,94.

Telecom a sconto
Tra le migliori idee di investimento all’interno del comparto gli analisti di Morningstar scelgono SFR Group, il secondo maggior operatore di telefonia in Francia. Il gruppo transalpino è anche leader nel mercato della Tv via cavo e, grazie alla fusione con Numericable, è diventato il secondo operatore nel segmento della telefonia mobile e della banda larga.

“SFR riesce a mantenere  una redditività del capitale superiore alla media (Economic moat) grazie alle elevate economie di scala che le consentono di ammortizzare i costi fissi. Inoltre, la fusione tra SFR e Numericable permetterà alla nuova entità di realizzare un proficuo cross-selling tra i prodotti di telefonia fissa, mobile, internet e TV via cavo”, dice Allan C. Nichols analista azionario di Morningstar.

“Il fatturato continuerà a scendere sia nel 2017 sia nel 2018, prima di riprendere a crescere a un ritmo dell’1,5% nei successivi due anni, mentre il margine operativo salirà dal 9,5% del 2015 al 25,9% nel 2020 grazie alla grande operazione di razionalizzazione dei costi. A nostro avviso il mercato non valuta in maniera adeguata il potenziale miglioramento della profittabilità dell’azienda e sconta il titolo del 30% rispetto al fair value che è pari a 37 euro” (report pubblicato in data cinque gennaio 2017).

 

P/FV nel settore telecomSettorepremio 07022017

 

Occasioni nel manifatturiero
Poche ma di valore le occasioni di investimento nel settore manifatturiero. Il comparto presenta valutazioni di mercato tra le più alte, con un rapporto Prezzo/Fair value (P/FV) di 1,05 ma ci sono segmenti, come quello delle compagnie aeree, che continuano ad avere quotazioni convenienti. L’industria ha guadagnato oltre il 13% negli ultimi tre mesi, ma nonostante questo il P/FV medio è di 0,94.

Tra le società attive in quest’industria Grupo Aeroportuario del Centro Norte SAB de CV  (OMAB) è quella scambiata al tasso di sconto più elevato rispetto al fair value (pari a 44 dollari, report pubblicato in data 10 novembre 2016).

Il gruppo messicano opera in un regime di monopolio condiviso dopo che il governo del Paese ha deciso di privatizzare i suoi aeroporti dandoli in concessione per 50 anni a tre società private (tra cui OMAB). Questo gli garantisce una redditività del capitale elevata. Ma il vero punto di forza dell’azienda è il segmento commerciale. Grazie, infatti, a joint venture con aziende terze gestisce strutture alberghiere come l’Hilton Garden in Monterray che gli garantiscono elevati tassi di crescita.  

“Ci aspettiamo che questo segmento di business cresca a un tasso medio del 15% nei prossimi cinque anni trascinando il fatturato del gruppo oltre gli otto miliardi di peso messicani e il margine operativo sopra quota 50%”, dice Keith Schoonmaker. 

 

P/FV nell'industria aeroporti e compagnie aereeSettore premio 07022017

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia