Chi perde con Trump

Le politiche della nuova amministrazione in tema di immigrazione e commercio internazionale rischiano di penalizzare i settori beni di consumo, finanza e tecnologia. Ecco quali sono i titoli maggiormente esposti.

Francesco Lavecchia 15/11/2016 | 12:57
Facebook Twitter LinkedIn

I mercati non hanno paura del nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Non del tutto, almeno. Ma alcune possibili decisioni nel campo del commercio internazionale e dell’immigrazione, ad esempio, qualche preoccupazione la destano. I settori maggiormente esposti a queste due variabili come beni di consumo, tecnologia e finanza hanno pagato il prezzo maggiore nei giorni successivi alle elezioni dell’8 novembre e rischiano di continuare a essere danneggiati dall’incertezza attorno ai prossimi provvedimenti della Casa Bianca.

Le minaccia per i consumer
Società come Coca-Cola Femsa e Constellation Brands, fortemente esposte al mercato messicano, potrebbero essere penalizzate da possibili revisioni agli accordi NAFTA, che introdurrebbero dazi doganali all’import-export, oltre che dal deprezzamento del peso, che svaluterebbe i ricavi prodotti nel paese latinoamericano. Stessa sorte, ma con effetti minori, potrebbe subire Diageo (gruppo proprietario di numerosi brand nel settore dei superalcolici), che ha recentemente acquisito l’azienda americana Tequila Don Julio.

“Al momento confermiamo il fair value di questi titoli, ma non escludiamo la possibilità di rivederli al ribasso se queste minacce dovessero materializzarsi in una significativa contrazione del fatturato ”, dice R.J. Hottovy Equity Strategist di Morningstar.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
adidas AG250,05 EUR0,00
Alphabet Inc A2.840,03 USD0,00Rating
Bank of America Corp43,87 USD0,00Rating
Coca-Cola Femsa SAB de CV ADR50,51 USD0,00Rating
Constellation Brands Inc A226,19 USD0,00Rating
Diageo PLC3.846,50 GBP0,00Rating
Facebook Inc A306,84 USD0,00Rating
Goldman Sachs Group Inc382,73 USD0,00Rating
Intercontinental Exchange Inc130,19 USD0,00Rating
JPMorgan Chase & Co158,29 USD0,00Rating
Nike Inc B170,24 USD0,32Rating
Oracle Corp88,24 USD-1,94Rating
Pfizer Inc54,27 USD2,32Rating
SAP SE ADR128,98 USD-0,91Rating
The Western Union Co17,24 USD0,52Rating
Wells Fargo & Co47,75 USD-2,37Rating
Williams-Sonoma Inc181,00 USD-1,98Rating

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy